Sintomi e trattamento della pancreatite acuta

Le cause principali di questa condizione sono i calcoli biliari e l'abuso di alcol.

Il forte dolore addominale è il sintomo predominante..

Gli esami del sangue e la diagnostica per immagini, come la tomografia computerizzata, facilitano la diagnosi.

La pancreatite acuta lieve, moderata o grave di solito richiede il ricovero in ospedale.

Il pancreas è un organo a forma di foglia lungo circa 13 cm. È circondato dal bordo inferiore dello stomaco e dalla prima parte dell'intestino tenue (duodeno).

Il pancreas ha tre funzioni principali:

Un fluido secernente contenente enzimi digestivi nel duodeno

Seleziona gli ormoni insulina e glucagone, che aiutano a regolare la glicemia

Grandi quantità di bicarbonato di sodio necessarie per neutralizzare l'acido gastrico vengono escrete nel duodeno

L'infiammazione del pancreas può essere causata da calcoli biliari, alcol, vari farmaci, alcune infezioni virali e altre cause meno comuni.

La pancreatite di solito si sviluppa rapidamente e scompare entro pochi giorni, ma può durare per diverse settimane. In questo caso, si chiama pancreatite acuta. Tuttavia, in alcuni casi, l'infiammazione persiste e distrugge gradualmente la funzione del pancreas (pancreatite cronica).

La pancreatite di solito causa un dolore molto intenso nella parte superiore dell'addome, è spesso accompagnata da nausea e vomito e può causare danni permanenti al pancreas.

Gli individui con pancreatite acuta di solito devono essere ricoverati in ospedale per un po 'e potrebbero dover essere iniettati in una vena (per via endovenosa) da molti liquidi finché non si sentono meglio e non provano più dolore.

Chi soffre di pancreatite cronica a volte deve assumere capsule di estratti di enzimi pancreatici durante i pasti per alleviare il dolore e migliorare la digestione.

liquidi e insulina. Nella pancreatite acuta, l'infiammazione si sviluppa rapidamente, che scompare dopo pochi giorni, ma può durare per diverse settimane. Nella pancreatite cronica, il pancreas si infiamma costantemente, causando danni permanenti.

imaging del pancreas

cause di pancreatite

Nelle cause più comuni (più del 70% dei casi) di pancreatite acuta

calcoli biliari

Consumo di alcol significativo

calcoli biliari

I calcoli biliari sono la causa di circa il 40% dei casi di pancreatite acuta. Questi sono depositi di materiale solido nella cistifellea. I calcoli a volte avvengono bloccandola nel condotto che separa la cistifellea dal pancreas (il cosiddetto dotto biliare comune).

Di solito, il pancreas secerne il liquido pancreatico attraverso il dotto pancreatico nella prima parte dell'intestino tenue (duodeno). Il fluido pancreatico contiene enzimi digestivi che aiutano la digestione. Se un calcoli biliari è bloccato nello sfintere di Oddi (l'apertura del dotto pancreatico nel duodeno), il liquido pancreatico viene bloccato. Il blocco è spesso temporaneo e causa lesioni limitate e rapidamente riparabili. Tuttavia, se il blocco persiste, gli enzimi si accumulano nel pancreas e iniziano a digerire le cellule, causando una grave infiammazione..

bere pancreatite

Il consumo di alcol rappresenta circa il 30% della pancreatite acuta; questo di solito è visto solo dopo un consumo significativo di alcol. Il rischio di sviluppare pancreatite aumenta con l'aumento del consumo di alcol (4-7 bicchieri al giorno per gli uomini e 3 o più bicchieri al giorno per le donne). Non è del tutto chiaro come l'alcol provochi la pancreatite. Una teoria è che nel pancreas, l'alcol viene convertito in sostanze chimiche tossiche che danneggiano l'organo. Un'altra teoria è che l'alcol può ostruire i piccoli dotti pancreatici che si riversano nei dotti pancreatici, causando alla fine pancreatite acuta..

Altre cause di pancreatite

Per alcuni soggetti la pancreatite acuta è ereditaria. Non sono state identificate mutazioni geniche che predispongono allo sviluppo di pancreatite acuta. Le persone con fibrosi cistica o portatori del gene CF hanno un aumentato rischio di sviluppare pancreatite acuta e pancreatite cronica.

Molti farmaci possono irritare il pancreas. L'infiammazione spesso scompare quando i farmaci vengono sospesi.

I virus possono causare pancreatite, solitamente di breve durata.

Sintomi e trattamento della pancreatite acuta

La pancreatite acuta è un'infiammazione dei tessuti del pancreas. La malattia rappresenta una seria minaccia per la vita, ma, sfortunatamente, non tutti i pazienti comprendono l'importanza di prescrivere un trattamento e non si rivolgono al medico in modo tempestivo. Il quadro clinico può essere variato: dal dolore localizzato di bassa intensità al coma. È necessario identificare tempestivamente tutti i sintomi della patologia per prescrivere una terapia adeguata.

Le ragioni

Ci sono molti fattori eziologici che portano allo sviluppo della pancreatite acuta, i più comuni sono:

  1. Patologia delle vie biliari (60% di tutti i casi). Il tratto escretore della cistifellea e del pancreas ha un condotto comune. Di conseguenza, qualsiasi patologia da parte delle vie biliari (colecistite calcarea, papillite, ecc.) Può causare una violazione del deflusso del succo pancreatico. Il segreto con numerosi enzimi inizia a persistere e provoca la rottura del tessuto ghiandolare.
  2. Lesioni traumatiche del pancreas.
  3. Patologia duodenale. In caso di ulcera peptica, può verificarsi la penetrazione (sfondamento nel tessuto di un altro organo) dell'ulcera.
  4. Abuso di alcol e consumo frequente di cibi grassi o piccanti. Tali prodotti creano un carico maggiore sull'organo, durante il quale può verificarsi un processo infiammatorio acuto..
  5. Penetrazione di batteri e virus (ad esempio, Coxsackie) nel tessuto d'organo per via ematogena, linfogena o ascendente.
  6. Assunzione di farmaci (diuretici tiazidici, azatioprina, prednisolone, ecc.), Che hanno un pronunciato effetto pancreatotossico. Sullo sfondo della massiccia necrosi delle cellule degli organi, si sviluppa l'infiammazione.
  7. Difetti congeniti dello sviluppo. Eventuali anomalie possono disturbare l'adeguato funzionamento dell'organo e portare al ristagno degli enzimi.
  8. Predisposizione geneticamente determinata.

Quadro clinico

La pancreatite inizia sempre in modo acuto sullo sfondo di una salute eccellente. Di norma, lo sviluppo della patologia è preceduto dall'assunzione di grandi dosi di alcol o cibi grassi. Tra i sintomi ci sono come:

  1. Dolore. Le sensazioni dolorose sono localizzate nell'epigastrio (con sviluppo dell'infiammazione nel corpo e nella coda della ghiandola), nell'ipocondrio sinistro (con danno alla testa dell'organo), nel 40% dei casi sono di natura dell'herpes zoster. L'intensità può essere qualsiasi: da debole a insopportabile, costringendo a prendere una posizione forzata (sul lato sinistro con gambe e braccia piegate). Il dolore può irradiarsi al braccio sinistro, all'addome sinistro e allo spazio retrosternale, assomigliando clinicamente all'infarto del miocardio.
  2. Disturbi dispeptici. Nell'80% dei pazienti si sviluppa il vomito in modo riflessivo, che può essere indomabile (fino a 10 litri o più al giorno). Questa condizione porta rapidamente alla disidratazione. Dopo 2-3 giorni, a causa di una carenza di enzimi e dello sviluppo di un'ostruzione intestinale, appare gonfiore, non ci sono feci.
  3. Sindrome peritoneale. Il peritoneo parietale e viscerale è coinvolto nel fuoco della lesione, che provoca la comparsa di dolore acuto in tutto l'addome, la completa assenza di funzionamento intestinale.

La condizione generale si deteriora bruscamente, compaiono debolezza, inattività fisica, irritabilità. La temperatura corporea sale rapidamente a numeri elevati (39-40 gradi).

Dal lato del sistema cardiovascolare si sviluppa la tachicardia (un aumento della frequenza cardiaca fino a 120 battiti al minuto), ipotensione. Pelle pallida, acrocianosi.

Un rapido aumento dell'intossicazione e dell'ipotensione porta a insufficienza renale (il volume dell'urina escreta diminuisce, fino alla sua completa assenza).

Quando il sistema nervoso centrale è danneggiato, si verificano disturbi mentali: agitazione, ansia, delirio, allucinazioni. Un'ulteriore progressione provoca lo sviluppo del coma..

Complicazioni

La pancreatite è una patologia pericolosa per la vita. In assenza di un trattamento tempestivo e adeguato, si sviluppano le seguenti condizioni:

  1. Sepsi (avvelenamento del sangue), shock settico.
  2. Insufficienza multiorgano. Sullo sfondo di intossicazione, batteriemia e bassa pressione sanguigna, tutti gli altri organi riducono gradualmente la loro attività funzionale.
  3. Necrosi pancreatica. Può causare il diabete in futuro.
  4. Formazione di un ascesso o infiltrazione. Qualsiasi accumulo di pus nella cavità addominale costringe l'uso di metodi chirurgici di trattamento.
  5. Sviluppo di sanguinamento (nella cavità addominale o nel tratto gastrointestinale).
  6. Formazione di passaggi fistolosi ad altri organi o alla parete addominale anteriore.

Diagnostica

Per la corretta diagnosi, l'identificazione di possibili complicanze della pancreatite e la nomina di un trattamento appropriato, viene mostrato un intero fegato di metodi di ricerca di laboratorio e strumentali. I principali sono:

  1. Analisi del sangue generale. Con l'infiammazione batterica, l'ESR, il livello dei leucociti aumenta, viene visualizzato uno spostamento della formula dei leucociti a sinistra. Con eziologia virale - leucopenia, linfocitosi.
  2. Chimica del sangue. Quando il tessuto viene distrutto, le ghiandole aumentano: amilasi e lipasi nel sangue, livelli di zucchero e marker di necrosi - ALT e AST.
  3. Determinazione dell'amilasi nelle urine. Concentrazione superiore al normale per la distruzione degli organi.
  4. L'ecografia è il principale metodo diagnostico. Permette di identificare focolai di cambiamenti infiltrativi, ascessi, calcificazioni, passaggi fistolosi, ecc..
  5. La TC e la RM sono i metodi di esame più istruttivi, ma costosi.
  6. Laparoscopia: indicata quando tutti i metodi precedenti sono inefficaci. Utilizzando una sonda, una telecamera viene inserita nella cavità addominale e tutti gli organi vengono esaminati.

Metodi di trattamento

Tutti i pazienti con pancreatite acuta vengono trattati in ospedale. Per le forme lievi di pancreatite, il ricovero è indicato nel reparto chirurgico, per le forme gravi - nell'unità di terapia intensiva. Il trattamento può essere:

  1. Conservatore. Viene utilizzato nelle fasi iniziali e con forme lievi in ​​completa assenza di segni di danneggiamento ad altri organi e complicanze.
  2. Chirurgico. Indicato per l'inefficacia della terapia conservativa o lo sviluppo di condizioni potenzialmente letali.

Trattamento conservativo

L'essenza di fornire assistenza si riduce alla riduzione del carico funzionale sull'organo e all'accelerazione del ripristino della struttura. Sono usati:

  1. Fame. I pazienti sono in nutrizione parenterale completa per 3-5 giorni.
  2. Ipotermia locale. Il freddo viene applicato all'area del pancreas (piastra elettrica o impacco di ghiaccio).
  3. Sondare lo stomaco con aspirazione continua del contenuto e risciacquare con una soluzione di soda.
  4. Analgesici. A seconda della gravità della sindrome del dolore, analgesici narcotici (ad esempio, Trimeperidina 3% 1 ml 4 volte al giorno, per via sottocutanea) o non narcotici (Baralgin 0,1, 5 volte al giorno).
  5. Farmaci antienzimatici. Gordox si è mostrato bene. La dose giornaliera è di circa 300.000 UI.
  6. Bloccanti della funzione secretoria del pancreas. I farmaci dell'ormone somatostatina o dei suoi analoghi (sandostatina) vengono utilizzati alla dose di 0,2 3 volte al giorno.
  7. Inibitori della kitokinesis (petoxifillina 2% 5 ml per via endovenosa 2 volte al giorno)
  8. Inibitori della pompa protonica - Consigliati per ridurre l'attività secretoria gastrica. Omeprazolo può essere prescritto, 2 compresse al giorno.
  9. Antispastici (platifillina 0,2% 2 ml - una volta al giorno).
  10. Antiipossici - con grave intossicazione. Negli ospedali chirurgici vengono prescritti mexibel o emoxipina.
  11. Antistaminici: per aumentare la permeabilità vascolare e accelerare la rigenerazione dei tessuti. I più popolari sono difenidramina, suprastin, pipolfen. Dosaggio per tutti: 50 mg 3 volte al giorno.
  12. Ripristino del volume sanguigno circolante. In caso di disturbi emodinamici (calo della pressione sanguigna, tachicardia), le soluzioni per infusione vengono iniettate per via endovenosa alla velocità di 40 ml per chilogrammo di peso corporeo.
  13. La presenza di shock o un processo infiammatorio pronunciato determina la nomina di agenti ormonali (Prednisolone, dexometasone).
  14. Antibiotici. Necessario per la prevenzione delle complicanze infettive o il trattamento di quelle esistenti (Ciprofloxacina 0,5, 2 volte al giorno).

Metodi chirurgici di radiazione

L'obiettivo principale è eliminare le aree necrotiche e garantire il deflusso del fluido purulento. Possono essere coinvolti:

  1. Metodi endoscopici. Fornito attraverso il più piccolo accesso chirurgico (foro, 1 cm di diametro). Indicato per ripristinare la pervietà biliare e il deflusso del succo pancreatico.
  2. Puntura e installazione di drenaggio. Viene utilizzato in presenza di cavità con accumulo di pus, essudato.
  3. Laparotomia. Viene praticata un'incisione lungo la linea mediana dell'addome, attraverso la quale vengono rimossi i tessuti non vitali della ghiandola, nonché un esame visivo degli organi vicini per ricercare possibili violazioni. Quindi il campo viene suturato e viene installato un tubo di drenaggio.

L'intervento chirurgico può essere precoce (da 0 a 14 giorni) e tardivo (da 15 giorni di malattia). Le indicazioni per la correzione chirurgica precoce sono:

  • forma edematosa di pancreatite;
  • necrosi pancreatica sterile;
  • perforazione di organi adiacenti;
  • sviluppo di peritonite;
  • sanguinamento.

Le operazioni ritardate vengono eseguite dopo il miglioramento delle condizioni generali sullo sfondo della terapia conservativa in condizioni come:

  • necrosi massiccia;
  • la presenza di ascessi o infiltrati purulenti.

Farmaci essenziali per il trattamento

Sul mercato farmaceutico esistono molti farmaci per il trattamento della pancreatite acuta, i più diffusi sono:

Nome del farmacoGruppo farmacologicoattoPrezzo
TrimeperidinaAnalgesico narcoticoAllevia rapidamente il dolore intenso.Circa 300 rubli
Tramadol
Analgesico non narcoticoPer alleviare il dolore di intensità da bassa a moderata.280-30 rubliGordox

Farmaco antienzimaInibisce la sintesi e l'azione degli enzimi, che garantisce il rapido ripristino delle strutture danneggiate del pancreas.4800-5 200 rubliSandostatin

Bloccante secretorioRiduce la secrezione di succo pancreatico1700-2 100 rubliOmeprazolo

Inibitore della pompa protonicaRiduce la secrezione di acido cloridrico nello stomaco. Non eccita i chemocettori, di conseguenza, la sintesi del succo pancreatico si interrompe.140-150 rubliPlatyphyllin

AntispasmodicoRilassa la muscolatura liscia dei dotti pancreatici, assicurando l'evacuazione del contenuto.80-100 rubliEmoxibel

AntiipoxantAumenta l'ossigenazione di tutti i tessuti del corpo.70 rubliSuprastin

AntistaminicoAumenta la permeabilità delle barriere vascolari e accelera il rilascio di nutrienti strutturali essenziali alle lesioni.120-150 rubliPrednisone

Agente ormonale (glucocorticosteroide)Riduce l'infiammazione e aiuta a delinearla.250-280 rubliTsiprolet

Agente antibatterico ad ampio spettroDistrugge tutti i microrganismi (batteri) nel centro della lesione.200-230 rubli

Elenco dei prodotti vietati e consentiti

A partire da 3-5 giorni, quando la nutrizione parenterale del paziente si interrompe, inizia un graduale ripristino della dieta. La dieta ha caratteristiche specifiche.

Nome del prodottoPuòÈ impossibile
Pane
Grano, fino a 50 g al giorno.Segale e fresco.Zuppe

Da cereali e carne bollita su acquaDecotti di carne, pesce o funghi. Zuppe con piselli e verdure.Carne

Pollo o manzo magro.Qualsiasi varietà muscolosa e grassaUn pesce

Varietà a basso contenuto di grassi sotto forma di souffléPesce grasso, essiccato, affumicato, salato.Latticini

Ricotta fresca non acida.Latte intero, formaggio, panna acida.Uova

Bollito morbido.Bollito duro.Verdure

Patate, zucchine, cavolfiore - sotto forma di miscele tritate.Cavolo, aglio, cipolla, cetriolo, ravanelloFrutta

Mele cotte.AltroLe bevandeAcqua minerale, tè deboleTè forti, caffè

I pasti dovrebbero essere frazionari - 5-6 volte al giorno e qualsiasi cibo dovrebbe essere caldo.

Il rapporto ideale di sostanze è il seguente:

Proteina80 grammi
Grassi50 grammi
Carboidrati200 grammi
Il valore energeticoCirca 1.500 - 1.600 kcal

Un esempio di dieta per la pacreatite acuta

Nonostante i tanti divieti, la dieta per la pancreatite può essere variata, ma allo stesso tempo utile! Per esempio:

  1. colazione: 2 uova alla coque, succo di patate;
  2. seconda colazione: porridge di mele e farina d'avena al forno;
  3. pranzo: purea di verdure, zuppa di riso, un bicchiere di succo di barbabietola;
  4. merenda pomeridiana: gelatina di mele, gelatina di rosa canina;
  5. cena: soufflé di pollo magro, purea di verdure, tè debole.

Pancreatite

La pancreatite è una malattia caratterizzata dall'infiammazione del pancreas.

Normalmente, il pancreas ha due importanti funzioni. In primo luogo, il pancreas produce enzimi che, quando entrano nell'intestino tenue, si attivano e partecipano alla digestione di proteine, grassi e carboidrati. In secondo luogo, questo organo produce l'ormone insulina, che regola i livelli di glucosio nel sangue. Se, per vari motivi, gli enzimi del pancreas iniziano ad attivarsi anche all'interno dell'organo, la ghiandola stessa viene digerita e si sviluppa un processo infiammatorio..

Esistono due forme di pancreatite: pancreatite acuta e cronica.

Pancreatite acuta

Il più delle volte si verifica nelle donne obese di età compresa tra 30 e 60 anni. L'inizio della malattia è caratterizzato da dolore acuto alla cintura nell'addome superiore, il più delle volte dopo aver bevuto alcolici o cibi grassi. Il dolore può essere lieve, sopportabile o molto grave, irradiandosi alla scapola o allo sterno. Il dolore può essere così intenso che in alcuni casi il paziente può sviluppare shock o collasso. C'è nausea, vomito, disturbi delle feci. A causa del deflusso ostruito della bile, la pelle e la sclera assumono un colore giallastro. A volte è possibile la cianosi della pelle dell'addome e della parete addominale anteriore. Si osservano sintomi di intossicazione, la lingua nella pancreatite acuta è secca e rivestita.

All'inizio della malattia si osserva gonfiore, mentre la parete addominale rimane morbida. Con lo sviluppo e la progressione della pancreatite acuta, si osservano tensione muscolare e sintomi di irritazione peritoneale.

La pancreatite acuta può provocare il recupero o diventare cronica. I casi gravi di pancreatite acuta possono essere fatali.

Pancreatite cronica

Esistono diverse forme di malattia: pancreatite ricorrente, pancreatite latente, pseudo-umoristica e sclerosante.

Sensazioni di dolore nella pancreatite cronica di varia intensità, parossistica o costante. La principale localizzazione del dolore è nella parte superiore della parete addominale con irradiazione alla schiena, al torace (lato sinistro), all'addome inferiore. Cibi grassi pesanti, assunzione di alcol, stress e altri fattori possono provocare l'insorgenza del dolore. Lo sviluppo della pancreatite cronica è caratterizzato da nausea, perdita di appetito, gonfiore, feci anormali e talvolta vomito. Possibile ittero dovuto al deflusso alterato della bile.

La pancreatite cronica è caratterizzata da periodi di remissione ed esacerbazione. Con il decorso della malattia, i periodi di esacerbazione diventano più frequenti, sono possibili lo sviluppo di disturbi intestinali, disturbi della normale digestione e perdita di peso. È possibile lo sviluppo del diabete mellito. Spesso causa complicazioni, tra cui sanguinamento gastrico, cancro, cisti e ascessi, danni al fegato, diabete mellito, enterocolite.

Sintomi di pancreatite acuta

Il pancreas non è un organo molto grande, tuttavia, svolge le funzioni più importanti nel corpo umano, le più importanti delle quali sono la secrezione di enzimi alimentari per la normale digestione e la produzione di insulina, la cui carenza porta a una malattia così grave come il diabete. Cosa succede quando la ghiandola è infiammata? Durante il periodo di pancreatite acuta, i sintomi si sviluppano come con l'avvelenamento grave.

Gli enzimi prodotti dal pancreas sono trattenuti in esso o nei suoi dotti e iniziano a distruggere la ghiandola stessa, e entrare nel sangue causa sintomi di intossicazione generale:

  1. Dolore. Questo è il sintomo più pronunciato, il dolore nella pancreatite è solitamente molto intenso, costante, la natura del dolore è descritta dai pazienti come tagliente, sordo. In caso di fornitura intempestiva di cure mediche e sollievo dal dolore, il paziente può avvertire uno shock da dolore. Il dolore è localizzato sotto il cucchiaio, ipocondrio, a destra oa sinistra, a seconda della posizione della lesione della ghiandola, nel caso in cui l'intero organo sia infiammato, il dolore è di fuoco di Sant'Antonio.
  2. Alta temperatura, bassa o viceversa alta pressione. Con il rapido sviluppo del processo infiammatorio, il benessere del paziente si deteriora rapidamente, la temperatura può salire a numeri elevati, nonché diminuire o aumentare la pressione sanguigna.
  3. Colore del viso. Con la pancreatite, i tratti del viso del paziente si affilano, all'inizio la pelle diventa pallida, gradualmente la carnagione acquisisce un'ombra grigio-terrosa.
  4. Singhiozzo, nausea. Inoltre, la pancreatite ha sintomi come secchezza delle fauci, singhiozzo, eruttazione e nausea..
  5. Vomito. Gli attacchi di vomito con la bile non portano sollievo al paziente. Pertanto, all'inizio del periodo acuto, non si parla di assunzione di cibo, il digiuno in caso di pancreatite acuta è la condizione principale per un ulteriore trattamento di successo..
  6. Diarrea o costipazione. Le feci nella pancreatite acuta sono molto spesso schiumose, frequenti con un odore fetido, con particelle di cibo non digerito. Il vomito può anche essere mangiato cibo (quando vomita contenuto gastrico all'inizio di un attacco), quindi la bile appare dal duodeno 12. Tuttavia, ci sono anche stitichezza, gonfiore, indurimento dei muscoli addominali, che possono essere il primissimo segnale di un attacco acuto di pancreatite..
  7. Dispnea. La mancanza di respiro è anche causata dalla perdita di elettroliti durante il vomito. Il paziente è preoccupato per la costante mancanza di respiro, sudore appiccicoso, sulla lingua appare un abbondante rivestimento giallo.
  8. Gonfiore. Lo stomaco e l'intestino non si contraggono durante un attacco, quindi, all'esame, il medico determina un forte gonfiore, la palpazione non determina la tensione dei muscoli addominali.
  9. Azzurro della pelle. Macchie cianotiche possono apparire intorno all'ombelico o sulla parte bassa della schiena, dando alla pelle una tinta marmorea, nella zona inguinale, il colore della pelle può acquisire una tinta blu-verde. Questo perché il sangue della ghiandola infiammata può penetrare sotto la pelle dell'addome..
  10. Giallo della sclera, pelle. Nella forma sclerosante della pancreatite, può verificarsi ittero ostruttivo, che appare come risultato della compressione di una parte del dotto biliare comune da parte del tessuto ghiandolare compattato.
  11. Con tali sintomi di pancreatite, le condizioni di una persona peggiorano ogni minuto, in questi casi è impossibile esitare e dovresti chiamare un'ambulanza il prima possibile.

Sintomi di pancreatite cronica

La pancreatite cronica può essere asintomatica per qualche tempo o mascherarsi da altre malattie degli organi addominali. In questo caso, solo un medico può fare una diagnosi accurata..

I principali sintomi della pancreatite cronica classica sono i seguenti:

1. Dolore addominale. Non ha una localizzazione chiara, si irradia sul retro e può circondare:

  • con blocco parziale o completo del lume del condotto - si verifica dopo aver mangiato, parossistico, interrotto da pancreatina o farmaci antisecretori;
  • a causa dell'infiammazione - non dipende dall'assunzione di cibo, l'irradiazione dall'epigastrio alla schiena, scompare dopo l'assunzione di analgesici;
  • a causa di una carenza di enzimi pancreatici - dolori di natura prevalentemente esplosiva, associati ad una maggiore produzione di gas.

2. Segni di insufficienza esocrina (esocrina). Si sviluppa a seguito di indigestione e assorbimento di sostanze essenziali dall'intestino. È caratterizzato da:

  • disturbi delle feci (fino a 6 volte al giorno),
  • feci fetide e grasse (steatorrea),
  • nausea,
  • perdita di peso,
  • gonfiore, flatulenza,
  • brontolio allo stomaco, eruttazione,
  • sintomi di carenza di vari minerali e vitamine.

3. Sindrome da intossicazione. In questo caso:

  • debolezza generale,
  • diminuzione dell'appetito,
  • tachicardia,
  • aumento della temperatura,
  • abbassando la pressione sanguigna.

4. Ipertensione biliare. Le principali caratteristiche della sindrome:

  • ittero ostruttivo,
  • sugli ultrasuoni: ingrossamento della testa pancreatica, compressione del dotto biliare comune.

5. Disturbi endocrini. Trovato in 1/3 dei pazienti:

  • chetoacidosi,
  • diabete,
  • tendenza all'ipoglicemia.

Nella pancreatite cronica, può verificarsi un sintomo di Tuzhilin: la comparsa di macchie rosso vivo nell'addome, nella schiena, nel torace, che sono aneurismi e non scompaiono con la pressione.

Cosa fare con un attacco di pancreatite?

  1. È vietato assumere qualsiasi cibo. Inoltre, astenersi dal cibo per 3 giorni. Questo deve essere fatto per fermare la produzione di enzimi che aumentano l'infiammazione e il dolore. Puoi bere acqua senza gas e additivi.
  2. Il freddo viene applicato alla regione epigastrica: ciò consente di ridurre l'intensità del dolore, rimuovere leggermente gonfiore e infiammazione. È preferibile utilizzare un termoforo riempito con acqua fredda al posto del ghiaccio..
  3. Il paziente deve essere a letto ea riposo. Ciò ridurrà il flusso sanguigno all'organo malato, il che significa che ridurrà l'infiammazione..
  4. I farmaci consentiti per l'auto somministrazione sono Drotaverin, Spazmalgon, No-shpa e Maxigan. Possono essere bevuti prima dell'arrivo della squadra dell'ambulanza. Nel frattempo, è necessario chiamare i medici anche se il paziente non è sicuro di avere un attacco di pancreatite acuta. Dopotutto, questa patologia è pericolosa perché può placarsi per un po 'e poi ricadere rapidamente..

Soprattutto spesso, si verifica una rapida ricaduta con la necrosi degli organi. Pertanto, è così importante per la famiglia che il paziente (nonostante le sue proteste) venga sottoposto a un esame completo.

Le tre parole principali nel trattamento di un paziente con pancreatite acuta sono Pace, Freddo e Fame. Sono le regole del primo soccorso per un attacco..

L'assunzione di enzimi digestivi può solo intensificare il processo patologico. I bloccanti della pompa protonica come il rabeprazolo e l'omeprazolo possono alleviare la condizione..

Se è noto che il paziente prima dell'inizio dell'attacco era esposto ad almeno uno dei fattori provocatori dell'infiammazione (assunzione di alcol, eccesso di cibo, trauma, ecc.), È necessario chiamare immediatamente un'ambulanza.

Effetti

La prima cosa che un paziente incontra quando soffre di una forma acuta di pancreatite è un forte dolore, che è insopportabile da sopportare. In questo momento, quanto segue accade nella ghiandola.

  1. I tessuti del pancreas e degli organi adiacenti si dividono e si disintegrano.
  2. Tutti gli organi e i sistemi a contatto con gli enzimi sono danneggiati.
  3. Gli enzimi che sono in uno stato di attività e non possono passare nell'intestino assorbono (digeriscono) i tessuti che trovano.
  4. Quindi gli enzimi "aggressivi" attraverso il flusso sanguigno si disperdono in tutto il corpo, portando con sé le cellule danneggiate del pancreas..
  5. Il processo infiammatorio in questa situazione può iniziare in qualsiasi momento e in qualsiasi organo, anche nel cervello..
  6. Può svilupparsi un'insufficienza multiorgano, in cui le tossine prendono tutto il corpo, diffondendosi attraverso il sangue.

In una tale situazione clinica, la vita del paziente è a rischio se le misure necessarie non vengono prese immediatamente..

  1. Può svilupparsi la sepsi.
  2. Il sanguinamento si verifica negli organi.
  3. Si è formata una peritonite.
  4. Il paziente può cadere in uno stato di shock.
  5. È probabile la morte.

Ma sarebbe un errore assoluto considerare che la forma cronica di pericolo non lo è. Innanzitutto, un disturbo cronico stesso può essere una forma acuta complicata, se non segui le raccomandazioni o non ricevi un trattamento sufficiente. In secondo luogo, in condizioni croniche, fattori irritanti e dannosi sono costantemente presenti nel corpo. Il ferro, sebbene più lento, viene comunque distrutto. Ciò causa attacchi ripetuti, compresi quelli acuti. In terzo luogo, il processo cronico di infiammazione nel pancreas è un contesto favorevole per diabete e oncologia, sepsi e ostruzione intestinale, insufficienza renale, problemi al fegato, formazioni purulente, trombosi della milza e necrosi pancreatica.

Diagnostica

La diagnosi di questa malattia di solito non è difficile, poiché i suoi sintomi sono quasi sempre pronunciati. Tuttavia, il medico deve determinare la forma della malattia per prescrivere un trattamento adeguato. Per questo, è consigliabile condurre la laparoscopia, un metodo che consente di esaminare la cavità addominale dall'interno con uno strumento speciale..

Se si sospetta una pancreatite acuta, vengono eseguiti alcuni test di laboratorio. Questo è un esame del sangue generale, analisi delle urine, studi biochimici. Test simili vengono effettuati se si sospetta una pancreatite cronica. Tuttavia, è importante condurre studi biochimici durante un'esacerbazione della malattia. Viene anche effettuato uno studio speciale sulle feci.

Trattamento della pancreatite acuta

Con la pancreatite acuta, il trattamento è possibile solo in ambiente ospedaliero, sotto la supervisione di specialisti qualificati, questa è considerata una condizione molto pericolosa. Se si sospetta una pancreatite acuta, chiamare urgentemente un'ambulanza e la persona deve essere ricoverata urgentemente.

A volte, la fornitura prematura di cure mediche può costare la vita a una persona. Il primo soccorso che può essere dato a una persona con un attacco di pancreatite, i cui sintomi sono evidenti, è applicare il freddo allo stomaco, assumere un antispasmodico - Na-shpa, Papaverina, nonché rifiutare di prendere cibo e riposare a letto prima dell'arrivo di un'ambulanza.

Le 3 principali balene su cui si basa il trattamento della pancreatite acuta: FAME, FREDDO E RIPOSO

Assistenza di emergenza fornita in ambulanza:

  • forare una vena, un contagocce con soluzione salina
  • antiemetico - metoclopramide (cerucal) 10 mg
  • analgesico - ketorolac
  • antisecretorio - octreotide (sandostatina) 250 mg o quamatel (omeprazolo) 40 mg

In un ambiente ospedaliero, di solito eseguono:

  • In un ospedale, somministrazione endovenosa di cloruro di sodio (soluzione salina), reopoliglucina + contrikal
  • Usano diuretici, prevengono l'edema pancreatico e promuovono anche la rimozione di enzimi dal sangue, tossine dal corpo. Da diuretici o Furosemide (lasix) durante la terapia infusionale (in un elastico dopo un contagocce) o Diacarb in compresse sotto la copertura di preparati di potassio.
  • Omeprazolo 80 mg al giorno, ci sono forme per la somministrazione endovenosa durante un contagocce - Kvamatel.
  • Antispastici - drotaverina cloridrato, no-shpa
  • Se il vomito persiste, metoclopramide intramuscolare
  • Antidolorifici per il dolore
  • Per pancreatite grave o purulenta, antibiotici (cefalosporine di 3-4 generazioni o fluorochinoloni).
  • Nel periodo acuto sono indicati gli inibitori enzimatici (contrical e gordox).
  • La terapia vitaminica fa anche parte del mantenimento completo di un corpo indebolito, in particolare la vitamina C e le vitamine del gruppo B..
  • Per 4-5 giorni, al paziente viene prescritta la fame e bere acqua calda senza gas. Nella pancreatite grave, a digiuno per diverse settimane, è indicata la nutrizione parenterale (gli idralizzati proteici e le emulsioni di grassi vengono somministrati per via endovenosa se il colesterolo nel sangue è normale).
  • Solo dopo questo tempo, il paziente può mangiare, all'inizio puoi bere solo yogurt, aggiungendo gradualmente la ricotta al menu e dopo 3-4 giorni il paziente può assumere gradualmente cibo dietetico secondo una dieta speciale 5P.

Il trattamento chirurgico è indicato se si sospetta una pancreatite distruttiva e se ci sono segni di infiammazione peritoneale, nonché se la terapia conservativa è inefficace.

In questo caso, la laparoscopia è indicata se si sospetta la presenza di liquido nella cavità addominale o segni di peritonite. Viene anche eseguito per la diagnosi differenziale della pancreatite acuta con altre malattie..

Laparatomia (un ampio approccio chirurgico con una dissezione dallo sterno all'inguine) viene eseguita con interventi chirurgici precedentemente eseguiti sull'addome, ernie ventrali, circolazione sanguigna instabile (shock).

Trattamento dell'esacerbazione della pancreatite

Con un'esacerbazione della pancreatite, i pazienti necessitano di ricovero in ospedale con monitoraggio quotidiano dei parametri del sangue, bilancio idrico, conta leucocitaria, livelli sierici degli enzimi, equilibrio acido-base durante la prima settimana.

La soppressione della secrezione pancreatica è la misura più importante nel trattamento dell'esacerbazione della pancreatite. A tale scopo vengono utilizzati i seguenti metodi:

  • freddo alla regione epigastrica;
  • nei primi 1-3 giorni di esacerbazione della pancreatite, si raccomanda la fame, assumendo soluzioni alcaline ogni 2 ore (ad esempio, acque minerali alcaline);
  • l'uso di anticolinergici M periferici (gastrocepina)
  • la nomina di un analogo della somatostatina - sandostatina per ridurre la secrezione del pancreas, eliminare il dolore addominale, ridurre la necessità di antidolorifici. La sandostatina viene prescritta alla dose di 100 mcg per via sottocutanea 1-3 volte al giorno (fino a un massimo di 600 mcg / giorno) per un periodo da alcuni giorni a diverse settimane;
  • ridurre l'acidità del contenuto gastrico per garantire il riposo funzionale del pancreas. A tale scopo vengono utilizzati antiacidi, bloccanti dei recettori H2-istaminici (cimetidina) e anche bloccanti della "pompa protonica" delle cellule parietali (omeprazolo);
  • inibizione della funzione pancreatica: dalargin 1 ml per via intramuscolare 2 volte al giorno per 22-24 giorni; l'uso del peritolo sembra promettente (4 mg 3 volte al giorno per via orale per 8-10 giorni)
  • Gli inibitori enzimatici vengono utilizzati dopo aver determinato la tolleranza individuale del farmaco ai pazienti. Vengono utilizzati i seguenti farmaci: trasilol, contrikal, gordox. Vengono somministrati per via endovenosa contemporaneamente in una soluzione di glucosio al 5% o goccia a goccia in una soluzione isotonica di cloruro di sodio. Le reazioni allergiche all'introduzione di questi farmaci sono osservate con una frequenza del 10-12%;
  • terapia antimicrobica. È usato per l'esacerbazione della pancreatite, che si verifica con febbre, intossicazione e per la prevenzione delle complicanze. Tipicamente, vengono utilizzati antibiotici ad ampio spettro: penicilline o cefalosporine (ampicillina, oxacillina, ampiox, kefzol, claforano e altri) per 5-7 giorni ai dosaggi giornalieri abituali.

La mancanza di funzione pancreatica si manifesta con una sindrome da ridotto assorbimento intestinale. Secondo i concetti moderni, questa sindrome non si manifesta nella pancreatite cronica fino a quando la secrezione di enzimi non diminuisce al 10% del suo potenziale iniziale. Il trattamento dell'insufficienza pancreatica è ridotto alla nomina di una dieta e una terapia enzimatica sostitutiva. In questo caso, la dose del preparato enzimatico viene selezionata individualmente per ciascun paziente.

Il criterio principale per l'efficacia del trattamento è la dinamica della quantità di grasso nelle feci e il peso corporeo del paziente. Tipicamente, il trattamento viene iniziato con 3 compresse prima, dopo e durante i pasti principali. Nelle forme gravi, la quantità del farmaco può raggiungere 20 o più compresse al giorno. I preparati enzimatici per la pancreatite cronica sono prescritti per un tempo molto lungo, spesso per tutta la vita. È possibile ottenere una riduzione della loro dose aderendo a una dieta rigorosa con restrizione di grassi e proteine. Tuttavia, quando la dieta viene ampliata, la dose dei preparati enzimatici dovrebbe essere aumentata..

La fisioterapia ha un effetto antidolorifico e un certo effetto antinfiammatorio. Di norma, la fisioterapia viene applicata nella fase di esacerbazione. Più spesso utilizzato:

  • elettroforesi della soluzione al 5-10% di novocaina o dalargin
  • correnti diadinamiche
  • correnti modulate sinusoidali

Nella fase di remissione la balneoterapia trova largo impiego sotto forma di bagni carbonico-idrogeno solforato, carbonico-radon, carbonico, “perlato” o solfuro. Sono presi a una temperatura di 36-37 ° С, durata - 10-15 minuti, corso del trattamento - 8-10 procedure.

Il trattamento del sanatorio viene effettuato nella fase di compensazione senza esacerbazione nelle località di Essentuki, Truskavets, Zheleznovodsk, nonché nei sanatori della Repubblica di Bielorussia (Naroch, Rechitsa).

Trattamento della pancreatite cronica

La pancreatite cronica può avere sintomi gravi o lievi. Molto spesso, durante un'esacerbazione della pancreatite cronica, al paziente viene mostrata ospedalizzazione e terapia simile al processo acuto.

Il paziente deve seguire una dieta per tutta la vita e assumere farmaci dal gruppo di antispastici e farmaci che normalizzano la funzione secretoria dell'organo. È particolarmente utile sottoporsi a cure sanitarie due volte all'anno nelle istituzioni appropriate del territorio di Stavropol (Kislovodsk, Zheleznovodsk, Pyatigorsk), dove il trattamento viene effettuato utilizzando acque minerali naturali.

Principi di base della terapia:

1) La dieta è il principio di trattamento più difficile da eseguire, perché con la pancreatite dovresti escludere tutti i cibi preferiti di molti: piatti fritti e piccanti, funghi, dolci, cioccolato, kebab, fast food. Tutti gli alimenti, comprese alcune verdure e frutta, dovrebbero essere consumati solo al forno, bolliti o tritati. I pasti dovrebbero essere frequenti e frazionari, in altre parole, è necessario mangiare ogni tre ore, mentre non è consigliabile mescolare diversi tipi di proteine, carboidrati e grassi in un pasto.

2) Opzioni per eliminare il dolore nella pancreatite cronica.

Se si segue la dieta, il dolore inizia a disturbare il paziente molto meno spesso, tuttavia, con la minima violazione del regime o quando si assume un prodotto proibito, è necessario un anestetico.

  1. In caso di dolore intenso, il medico può prescrivere antispastici - "Drotaverin", "No-Shpa", che alleviano l'infiammazione nell'organo e quindi riducono il dolore.
  2. Inoltre, nel nostro tempo, il medico può prescrivere "Mebeverin" ("Sparex", "Duspatalin"), che è un antispastico miotropico ed elimina gli spasmi in tutto il tratto gastrointestinale.
  3. La terapia antisecretoria può essere utilizzata in un breve corso ("Diacarb" o "Omeprazolo" 1 compressa / 3 giorni, in presenza di gonfiore - "Asparkam").
  4. Usano anche "Octreotide" - un farmaco che sopprime la produzione di ormoni, poiché il dolore si verifica a causa della stimolazione della ghiandola da parte dei propri ormoni. Tale farmaco è prescritto solo per il trattamento ospedaliero..

Enzimi pancreatici che correggono la disfunzione della ghiandola

Con un lungo decorso di pancreatite cronica, le cellule normali dell'organo vengono sostituite dal tessuto connettivo. Pertanto, la funzionalità dell'organo è compromessa, possono svilupparsi diabete mellito e disturbi digestivi. Per ridurre il dolore e riposare il pancreas, dovresti assumere enzimi pancreatici:

  • "Festal" - assumere 3 volte al giorno durante i pasti, nella maggior parte dei casi in combinazione con l'assunzione di bloccanti dell'istamina, che riducono l'acidità dello stomaco ("Cimetidina", "Famotidina").
  • La pancreatina (Enzistal, Gastenorm, Biozyme, Mezim, Micrasim, Pangrol, Panzinorm, Penzital, Creon, Hermital) sono enzimi del pancreas, che dovrebbe essere preso, come "Festal", mentre è meglio bere il farmaco con acqua minerale alcalina. Promuovono una migliore scomposizione di proteine, carboidrati e grassi.
  • È inoltre necessario chiarire l'attività degli enzimi. Per la terapia sostitutiva sono necessarie 10.000 unità di lipasi (3 compresse di Mezima al giorno). Va notato che l'originale "Mezim" ha un odore sgradevole, quindi, in sua assenza, si può sostenere che si tratta di un falso (gesso schiacciato).

In presenza di pancreatite cronica, i sintomi possono essere osservati per un tempo molto lungo, rispettivamente, il livello di insulina diminuisce, il che alla fine può portare allo sviluppo del diabete mellito. In caso di diagnosi di questa patologia, il paziente deve contattare un endocrinologo per sviluppare un regime di trattamento e coordinare una dieta..

Dieta per la pancreatite

Se l'esacerbazione della pancreatite cronica è abbastanza grave ed è accompagnata da forti dolori, vomito persistente, cambiamenti significativi nei test di laboratorio, i pazienti hanno bisogno della fame. Consente di fornire il massimo riposo all'organo infiammato e di ridurre al minimo la produzione di enzimi aggressivi da parte della ghiandola che distruggono l'organo. La sua durata dipende dal caso clinico specifico, ma più spesso varia da 1 a 3 giorni. A volte durante la fase "affamata" è consentito bere brodo di rosa canina, acque minerali alcaline, tè debole.

Quindi viene prescritta una dieta ipocalorica speciale (fino a 2200 kcal) con una normale quota proteica. È progettato per risparmiare al massimo il pancreas e altri organi digestivi. Le caratteristiche di questa dieta sono:

  • frammentazione dell'assunzione di cibo (fino a 6 volte);
  • tagliare o pulire i prodotti utilizzati;
  • restrizione del sale;
  • i pasti sono serviti esclusivamente caldi;
  • esclusione di tutti i prodotti con un alto contenuto di sostanze estrattive o oli essenziali (pesce, brodi di carne, cacao, caffè, ecc.), bacche fresche, verdure, erbe, frutta, frutta, succhi acidi, bevande gassate, marinate;
  • divieto di cibi grassi (agnello, maiale, panna, strutto, ecc.) e alcol;
  • uso diffuso di zuppe di cereali viscide, zuppe di purea di verdure con aggiunta di carne bollita, soufflé, omelette proteiche, gnocchi di pesce e carne, cotolette al vapore, polpette di carne, mele al forno, puree di verdure, gelatine, mousse, pane bianco essiccato, ricotta a basso contenuto di grassi, gelatina.

Soggetto a miglioramenti clinici e di laboratorio, la nutrizione viene ampliata, aumentando il suo contenuto calorico e la quantità di proteine ​​necessarie per un rapido recupero. Sebbene l'insieme di prodotti accettabili sia molto simile alla dieta già citata, l'elenco dei piatti nel menu è in aumento (la cottura è consentita). Se la pancreatite è accompagnata dallo sviluppo del diabete, i cereali bianchi, le patate, il miele, i dolci, i pasticcini vengono aggiunti all'elenco degli alimenti proibiti.

Cosa puoi e non puoi mangiare con la pancreatite

La tabella seguente elenca gli alimenti indesiderati e consigliati per la pancreatite.

Durante la remissione incompletaAlimenti da mangiare
Alimenti da escludere dalla dieta:

  • segale e pane fresco, prodotti e pasta sfoglia
  • gelato
  • caffè, cacao
  • bevande gassate e fredde
  • succhi freschi e in scatola
  • latticini ad alto contenuto di grassi
  • pesce fritto, affumicato, salato
  • qualsiasi tipo di cibo in scatola, nonché cibi affumicati e salati
  • uova sode e fritte
  • zuppe con carne e pesce grassi, okroshka, zuppa di cavolo
  • carni grasse: anatra, oca, maiale
  • piatti di legumi
  • ravanello, rapa, ravanello, aglio, acetosa, funghi
  • frutta e bacche crude (uva, banana, datteri, fichi e altri)
  • eventuali spezie
Alimenti da mangiare per la pancreatite cronica:

  • il pane integrale di farina di 1a e 2a scelta deve essere essiccato
  • zuppe di purè di patate, carote, zucchine
  • riso bollito, grano saraceno, farina d'avena, vermicelli
  • carni non grasse (manzo, vitello, coniglio, tacchino, pollo) in forma bollita, in forma tritata (cotolette, manzo alla Stroganoff e altri tipi di piatti)
  • verdure bollite o al forno (patate, carote)
  • pesce magro (bollito)
  • latticini a basso contenuto di grassi (ricotta fresca non acida), vari budini
  • frutti e bacche maturi, non acidi, schiacciati crudi o al forno
  • tè debole con limone, brodo di rosa canina
    burro (30 grammi), olio di girasole (10-15 ml) - nei piatti

Come accennato in precedenza, durante il periodo di esacerbazione, viene prescritta una dieta a digiuno per 1-2 giorni con un apporto costante di acqua minerale (ogni 2 ore). Poi c'è una graduale inclusione di prodotti come la purea di verdure o la purea di porridge.

Menu di esempio

Nell'infiammazione cronica del pancreas, la capacità di digerire e assorbire i grassi è principalmente ridotta, il che si manifesta con dolore addominale e feci molli. A questo proposito, il principio principale nella stesura del menu è un basso contenuto di grassi nella dieta quotidiana di non più di 50 grammi di grassi al giorno..

Ti offriamo una variante di un menu di esempio per un giorno contenente 50 grammi di grassi:

Prima colazione:

  • Omelette al vapore di 1 uovo con spinaci (proteine);
  • 1 toast integrale con burro (meno di 1 cucchiaino)
  • ½ tazza di farina d'avena;
  • ½ tazza di mirtilli;
  • Composta di tè, caffè o frutta secca.

Merenda:

  • Frullato di frutta: 1 tazza di latte di soia o di mandorle, montata con 1 tazza di yogurt magro e 1 banana.

Cena:

  • Sandwich di tacchino e formaggio: 2 fette di pane integrale, 80 grammi di tacchino o petto di pollo (proteine);
  • 1 fetta di formaggio magro,
  • Fette bollite di carote o barbabietole,
  • ½ tazza di succo di mela (non acido).

Merenda:

  • 1 tazza di ricotta a basso contenuto di grassi (proteine);
  • 1-2 mele cotte;

Cena:

  • 100 grammi di pesce magro (proteine);
  • 100-150 grammi di riso cotto
  • 1-2 carote bollite;
  • Panino integrale;
  • 1 cucchiaino di burro
  • Tè debole o composta di frutta secca.

Merenda:

  • 3 pani (grano e avena);
  • ½ tazza di mirtilli (o altra frutta consigliata)
  • 1 tazza di latte con l'1% di grassi (proteine).

Cerca di aggiungere proteine ​​a ogni pasto e spuntino (petto, pesce, albume, latticini a basso contenuto di grassi, soia, ecc.). Se la dieta da sola non è sufficiente per eliminare i sintomi, dovresti assumere farmaci sostitutivi degli enzimi pancreatici (Mezim, Creonte, Panreatina, ecc.) Prima dei pasti..

Quanto sopra erano i principi generali di nutrizione per la pancreatite cronica adatti alla maggior parte delle persone che soffrono di questa malattia. Tuttavia, va notato che ogni organismo è individuo, sesso, età, razza, genetica, stress, malattie concomitanti, ecc., Pertanto, la preparazione del menu è una questione molto individuale. Prima di tutto, dovresti ascoltare il tuo corpo per scegliere per te la dieta che il tuo corpo accetta meglio. Tutto ha bisogno di un approccio ragionevole e di un mezzo aureo.

Assicurati di consultare il tuo medico!

È possibile mangiare verdure fresche con pancreatite?

L'uso di verdure fresche per la pancreatite non è raccomandato, poiché questi prodotti contribuiscono al miglioramento dei processi di fermentazione nell'intestino, che possono causare una serie di sintomi spiacevoli e persino provocare alcune gravi complicazioni.

Nella pancreatite cronica, si verifica una grave disfunzione del pancreas con un cambiamento nella quantità e nella composizione del succo digestivo da esso prodotto. Di conseguenza, il processo di digestione di una serie di nutrienti viene interrotto. Ciò causa cambiamenti sia nelle condizioni generali del paziente (a causa del ridotto assorbimento dei nutrienti, può verificarsi una deplezione generale), sia un cambiamento nell'equilibrio interno dell'intestino. A causa di uno spostamento nell'ambiente interno dell'intestino, l'attività vitale della sua normale microflora viene interrotta (microrganismi che vivono nel lume intestinale, che contribuiscono alla normale digestione), provocando processi di fermentazione.

Le verdure fresche, nonostante i loro innegabili benefici per le persone sane e un alto contenuto di vitamine, nella pancreatite cronica possono provocare un aumento dei processi di fermentazione. Ciò causa gonfiore, disagio, diarrea o, in casi più rari, stitichezza. Inoltre, le verdure fresche hanno un marcato effetto stimolante sui tessuti del pancreas, aumentando così la quantità di succo digestivo prodotto. Sebbene a prima vista questo effetto possa sembrare benefico, in realtà non lo è. Il fatto è che sullo sfondo della struttura alterata del pancreas, anche le sue capacità di riserva sono compromesse, cioè l'eccessiva stimolazione non porta a un miglioramento del funzionamento del pancreas, ma a un peggioramento o esacerbazione della malattia. Pertanto, l'esclusione delle verdure fresche e dei loro succhi è estremamente importante per la pancreatite..

Va notato che nella pancreatite acuta, così come nell'esacerbazione della pancreatite cronica, si raccomanda di evitare non solo frutta e verdura fresca, ma in generale qualsiasi nutrizione enterale (cibo che entra nel tratto gastrointestinale attraverso la bocca e lo stomaco).

Rimedi popolari

  1. Propoli. Piccoli pezzi vengono accuratamente masticati tra i pasti, il metodo è un vivido esempio di efficace omeopatia moderna ed elimina gli attacchi di dolore, normalizzando la digestione.
  2. Rowan. Un ottimo agente coleretico che viene utilizzato sia nel trattamento che nella prevenzione della pancreatite. I frutti di sorbo possono essere consumati freschi o essiccati per un uso futuro..
  3. Per 10 giorni è necessario prendere 1 cucchiaino di olio di rosa canina. Riposati per due mesi e riprendi il corso. Consigliato per patologie croniche.
  4. Baffi d'oro. 1 foglio grande (lunghezza 25 cm) o due piccoli vengono schiacciati e riempiti con 700 ml di acqua. Fai bollire il brodo a fuoco medio per 15-20 minuti, quindi viene infuso per diverse ore nel corpo (puoi lasciarlo durante la notte). È necessario utilizzare un'infusione calda di 25 ml (prima dei pasti).
  5. Succo di patate e carote. Passare 2 patate e 1 carota in uno spremiagrumi. Mangia 2 volte al giorno 30 minuti prima dei pasti, il corso del trattamento per gli adulti sarà di 7 giorni, il metodo aiuta a normalizzare la digestione, eliminare i sintomi del dolore.
  6. Le erbe per il pancreas sono usate nelle collezioni e una di esse dovrebbe consistere in achillea, fiori di calendula e camomilla. Tutti i componenti vengono presi in un cucchiaio e fatti infornare in un mestolo con acqua bollente. Dopo mezz'ora, puoi bere la prima porzione (100 ml) e 40 minuti dopo, mangiare. È necessario bere il medicinale almeno 4 volte al giorno, esclusivamente prima dei pasti.
  7. Per una ricetta per la pancreatite, avrai bisogno di fiori di immortelle, motherwort, erba di San Giovanni, versare 200 ml di acqua bollente su tutto, lasciare agire per 30 minuti, bere fino a tre volte al giorno prima dei pasti.
  8. Usa il tè alla menta e al miele invece del tè normale. La menta piperita ha un effetto coleretico e favorisce il rilascio di enzimi dal pancreas.
  9. Versare un bicchiere di avena con un litro d'acqua, lasciare agire per 12 ore. Portare a ebollizione il brodo e cuocere a fuoco lento coperto per mezz'ora. Avvolgere il recipiente con il brodo, lasciare agire 12 ore, quindi filtrare e aggiungere acqua al volume di un litro. Gli adulti prendono un decotto tre volte al giorno, 100-150 ml mezz'ora prima dei pasti. Il corso del trattamento è di un mese.
  10. Rosa canina. Nel decorso cronico della pancreatite, i cinorrodi possono essere bevuti su base continuativa - fino a 400 ml al giorno. Le bacche di rosa canina vengono versate con acqua calda (il numero di bacche è uguale alla quantità di liquido). L'infuso viene lasciato in un thermos per un paio d'ore, dopodiché la bevanda può essere consumata.

Prevenzione

Prevenire la pancreatite è il modo migliore per evitare gravi problemi di salute:

  • È vietato mangiare troppo. Per non appesantire il tuo corpo con cibo in eccesso, devi solo ascoltarlo mentre mangi..
  • Il caffè è la bevanda meno apprezzata da un organo problematico. È meglio rifiutarlo del tutto o bere non più di una tazza al giorno. Una persona si infligge un danno particolare bevendo un drink a stomaco vuoto. Il vero colpo al ferro è il caffè solubile.
  • All'organo malato non piacciono i cibi contenenti fibre grossolane, quindi le verdure sono meglio cotte al forno o in umido. È importante rinunciare non solo ai cibi grassi e fritti, ma anche limitare il più possibile l'assunzione di cibi in scatola, salati e affumicati. Anche gli agrumi sono soggetti alla restrizione. È utile bere acqua minerale, includere frutti di mare e latticini con una bassa percentuale di grassi nel menu.
  • Attività fisica eccessiva, come: esercizio in palestra, corsa e salto, visita a un bagno, sauna: tutto ciò può portare a un'esacerbazione della malattia. L'opzione migliore per l'attività fisica è eseguire esercizi terapeutici e respiratori e seguire corsi di massaggio.
  • Abbandonare le cattive abitudini (alcol e fumo) consentirà di ridurre il carico sull'organo, il che ti consentirà di ottenere una remissione stabile.
  • Trattamento tempestivo della patologia della cistifellea e delle vie biliari. Quando le pietre si sono già formate nella bolla, è necessaria la loro rapida rimozione..
  • Devi mangiare bene, le porzioni non dovrebbero essere grandi, ma è meglio avvicinarsi al tavolo più spesso. Non dovresti mangiare molti cibi diversi alla volta: il principio della nutrizione frazionata facilita notevolmente il lavoro dell'organo. Evita di mescolare carboidrati e proteine: questa è la combinazione più difficile per la ghiandola. I giorni di digiuno andranno a beneficio del corpo. Sono utili cibo semplice, ricotta e cereali.

Articoli Su Colecistite