Come alleviare un attacco di colecistite acuta?

Un attacco di colecistite può manifestarsi con sintomi di varia intensità, tutto dipende dalla forma e dallo stadio di sviluppo della malattia. Come sapete, la colecistite è un'infiammazione della cistifellea. Può essere acuto e cronico, senza pietra e calcoli (con formazione di calcoli). E se un'esacerbazione della colecistite cronica non rappresenta una minaccia diretta per la salute, allora un attacco acuto accompagnato da colica biliare è una condizione pericolosa che richiede cure mediche urgenti..

Attacco di colecistite: cause di insorgenza

Con la colecistite, si verifica un'esacerbazione della malattia con ristagno della bile e una violazione del suo deflusso dalla cistifellea, accompagnata dall'aggiunta di un processo infiammatorio. I seguenti fattori possono provocare un attacco della malattia:

  • violazione della dieta, eccesso di cibo, uso di cibi grassi, fritti, piccanti, bevande gassate o alcol;
  • digiuno, diete rigorose;
  • caratteristiche anatomiche della struttura della cistifellea, sua deformazione (piega, compressione dei dotti biliari);
  • disfunzione della cistifellea dovuta a discinesia biliare.
  • la presenza di calcoli nella cistifellea (malattia dei calcoli biliari);
  • stile di vita sedentario, sovrappeso;
  • fattori di stress.

La formazione di calcoli nella cistifellea complica la situazione, aggrava i sintomi spiacevoli e minaccia il blocco delle vie biliari con un'esacerbazione del processo infiammatorio, che rappresenta una seria minaccia per la vita e la salute del paziente.

Sintomi di un attacco di colecistite

Le esacerbazioni che si verificano con la colecistite cronica di solito si sviluppano con una violazione della dieta. Un attacco della malattia si verifica sullo sfondo dell'uso di bevande alcoliche, una festa abbondante con una predominanza di piatti grassi e piccanti. I sintomi tipici possono comparire dopo un piatto di patate fritte, snack secchi, fast food e soda. In questo caso compaiono i seguenti sintomi: dolore periodico sordo nell'ipocondrio destro, sensazione di pesantezza allo stomaco, mancanza di appetito, nausea, disturbi dispeptici. La conseguenza del processo infiammatorio può essere un aumento della temperatura a valori subfebrilari (37-38 ° C.)

Un attacco di colecistite acuta si manifesta con sintomi più pronunciati:

  • improvvisamente ci sono dolori forti e acuti nell'ipocondrio destro, la cui intensità aumenta ogni minuto;
  • il dolore si irradia alla spalla, alla scapola destra e alla regione lombare;
  • la condizione peggiora con una sensazione di nausea, vomito con una miscela di bile;
  • compaiono i brividi, la temperatura aumenta bruscamente;
  • si sviluppano sintomi dispeptici (eruttazione, gonfiore, amarezza in bocca, disturbi delle feci);
  • si nota il giallo della pelle e della sclera;
  • cambiamenti nel colore delle feci e delle urine.

La sindrome del dolore si intensifica premendo sul centro della zona epigastrica o sull'area dell'ipocondrio destro. La frequenza cardiaca aumenta e peggiori sono le condizioni del paziente, più frequenti sono le pulsazioni e più alta è la temperatura. Il vomito doloroso non porta sollievo e esaurisce solo il paziente.

Ma un attacco di colecistite calcarea, causato dalla migrazione di calcoli nella cistifellea, è particolarmente pericoloso. In questo caso, un calcolo duro blocca le vie biliari e impedisce il deflusso della bile, che provoca gravi coliche biliari e altri sintomi caratteristici sopra elencati. Questa condizione può portare allo sviluppo di colecistite distruttiva e perforata, che rappresenta una minaccia diretta per la vita del paziente..

Il movimento delle pietre può danneggiare la membrana della cistifellea, a causa della sua perforazione, il contenuto infetto entra nella cavità addominale, che minaccia lo sviluppo della peritonite. Durante un attacco, il paziente non trova un posto per se stesso a causa di un forte dolore, la sua salute peggiora ed è accompagnata da un forte calo della pressione, grave debolezza e pallore della pelle. Tali condizioni richiedono cure mediche urgenti e ospedalizzazione del paziente..

Gli specialisti identificano diverse forme di colecistite calcarea acuta:
  1. Lo stadio catarrale è la forma più lieve di colecistite calcarea, con la prognosi più favorevole. È accompagnato da un aumento delle dimensioni della cistifellea e dall'ispessimento delle sue pareti. La mucosa dell'organo si infiamma, diventa rossa ed edematosa. C'è una sindrome del dolore costante nell'ipocondrio destro, a volte dopo un pasto ci sono attacchi di vomito. Con una visita tempestiva a un medico, la forma catarrale della colecistite risponde bene al trattamento farmacologico..
  2. Lo stadio flemma è caratterizzato dalla formazione di pus nella cavità della cistifellea ed è accompagnato da un aumento del dolore. Il dolore è pronunciato, aumenta con la flessione del busto, la tosse e dà alla clavicola e sotto la scapola. Oltre alla debolezza e alla mancanza di appetito, questa forma è accompagnata da nausea, vomito con una miscela di bile, febbre, brividi.
  3. La forma cancrena è la più pericolosa, poiché è complicata da alterazioni necrotiche nelle pareti dell'organo, che minaccia la perforazione della cistifellea e lo sviluppo della peritonite.

Un attacco acuto di colecistite calcarea differisce dalla forma cronica della malattia dall'improvvisa comparsa di sintomi pronunciati. Allo stesso tempo, la colica biliare non viene rilasciata per diverse ore, mentre nel decorso cronico della malattia questi sintomi sono più attenuati..

Come alleviare un attacco di colecistite?

Nella colecistite cronica, si verificano periodicamente sensazioni dolorose, sullo sfondo dell'uso di cibi troppo grassi, salati, piccanti, carni affumicate o alcol. La natura del dolore è noiosa, esplosiva, l'attacco non dura più di un'ora, può essere fermato assumendo antidolorifici o antispastici.

Il trattamento degli attacchi di colecistite cronica è effettuato da farmaci. Il regime di trattamento comprende farmaci che migliorano il deflusso della bile, agenti antibatterici per alleviare il processo infiammatorio e antispastici per alleviare lo spasmo delle vie biliari ed eliminare il dolore. Al paziente viene prescritta l'aderenza alla dieta, in futuro, poiché il processo infiammatorio si attenua, viene prescritto un trattamento per prevenire ripetute ricadute della malattia. Se necessario, il medico può prescrivere farmaci che aiutano a sciogliere i calcoli biliari (Ursofalk, Ursosan).

Cosa fare con un attacco di colecistite, se ti trova a casa o al lavoro? Come fornire il primo soccorso per un attacco di colecistite a casa? Prima di tutto, devi chiamare un terapista locale. Il paziente deve andare a letto, riposare e applicare un impacco freddo sul fianco destro. Se senti nausea, puoi bere acqua minerale calda senza gas o tè verde alla menta. Per alleviare il dolore, puoi prendere una compressa no-shpa o papaverina prima che arrivi il medico..

In caso di un attacco acuto di colecistite, non puoi esitare, devi chiamare immediatamente l'assistenza medica di emergenza e inviare il paziente in ospedale. Se, durante un esame ecografico, non vengono rilevati calcoli nella cistifellea, dopo aver risolto la sindrome del dolore, il paziente verrà rimandato a casa con raccomandazioni per il trattamento. Altrimenti, verrà decisa la questione di condurre un'operazione chirurgica..

Metodi di trattamento

In ambiente ospedaliero, un attacco di colecistite non calcarea può essere rimosso in 3 giorni e saranno necessari 10-12 giorni per eliminare completamente i sintomi e l'infiammazione. Con la colecistite calcarea, di solito viene presa una decisione sull'intervento chirurgico. Nei casi più gravi, quando la cistifellea è completamente ostruita da calcoli, ricorrono alla colecistectomia (rimozione dell'organo).

Se è possibile preservare la cistifellea e le sue funzioni, vengono utilizzati metodi endoscopici che sono più facili da tollerare per i pazienti, causano meno complicazioni e non richiedono un lungo periodo di recupero. L'intervento viene eseguito attraverso una piccola puntura nell'addome. L'andamento dell'operazione viene monitorato mediante ultrasuoni, il chirurgo controlla tutte le manipolazioni sul monitor di un dispositivo speciale. Il metodo della laparoscopia può rimuovere una pietra dai dotti biliari e quindi evitare di rimuovere la cistifellea.

Dieta dopo un attacco di colecistite

Man mano che le condizioni del paziente migliorano, si raccomandano brodi deboli, purè di patate, purè e porridge viscosi bolliti. Devi mangiare in piccole porzioni, ogni tre ore. Il cibo deve essere delicato, durante questo periodo sono vietate le verdure crude con fibre grossolane (cavolo, ravanello, ravanello, rapa, pepe bulgaro). I piatti sono al vapore, bolliti o al forno.

In futuro, i grassi e i carboidrati "veloci" sono esclusi dalla dieta, sottaceti, marinate, carni affumicate, prodotti da forno, bevande gassate dolci, spezie e condimenti e alcol sono vietati. La base della dieta è carne dietetica in forma frullata o bollita, pesce magro bollito, omelette al vapore, cereali viscosi, insalate di verdure fresche con olio vegetale, bevande a base di latte acido a basso contenuto di grassi, frutta dolce e bacche. Dalle bevande, consigliamo acqua minerale calda senza gas, succhi non acidi, metà diluita con acqua, composte, bevande alla frutta, decotto di rosa canina, tisane e tè verde.

Cosa fare con un attacco di colecistite

La colecistite è un processo infiammatorio che si verifica sulla superficie interna della cistifellea. La ragione per la comparsa di un attacco acuto della malattia è il ristagno della bile. Causa o fattore provocante: aterosclerosi delle pareti di un organo interno, colelitiasi o discinesia dei dotti biliari. Puoi ridurre il rischio di una riacutizzazione se segui determinate regole. Un paziente con questo processo patologico ha bisogno di cambiare radicalmente il suo stile di vita per sentirsi in salute.

Sintomi di un attacco di colecistite

Un attacco acuto di colecistite si manifesta in pazienti con un processo infiammatorio cronico. Come motivo principale che provoca un'esacerbazione, i medici identificano la violazione della dieta da parte del paziente. Negli adulti, il problema si presenta spesso dopo un pasto, accompagnato dall'uso di cibi grassi e piccanti, forti bevande alcoliche.

L'infiammazione della cistifellea può ricordarsi non solo nei giorni festivi, ma anche nei giorni feriali. Va ricordato che la colecistite, come ogni malattia gastrointestinale, richiede un'attenzione particolare a te stesso e l'adesione a un determinato regime. Per escludere il rischio di sintomi spiacevoli, è necessario rinunciare ai soliti fast food, mangiare cibo secco e bevande gassate zuccherate, succhi industriali ad alto contenuto di zucchero.

Non è difficile identificare i sintomi di un'esacerbazione, sono sempre caratteristici. Il paziente lamenta dolore periodico sordo nell'ipocondrio destro e grave pesantezza addominale. Allo stesso tempo, è possibile un aumento della temperatura corporea a livelli subfebrilari, gli indicatori raggiungono i 37 gradi.

Ci possono essere pesantezza allo stomaco, mancanza di appetito, nausea e altri disturbi. Se un attacco di colecistite si è verificato in un bambino, non dovresti esitare, è meglio chiamare immediatamente la squadra di emergenza.

Il dolore durante un attacco della malattia aumenterà con la pressione sul centro della regione epigastrica. È possibile un aumento della frequenza cardiaca. In questo caso, in base alle condizioni del paziente, è possibile stabilire la gravità dell'attacco. Se un aumento della temperatura corporea è accompagnato da un polso rapido, a questo si aggiunge il vomito estenuante, che non porta sollievo, è probabile una forma flemmatica o cancrenosa della malattia. Patologie di questo tipo sono un'indicazione diretta al ricovero.

Cause di un attacco di colecistite

L'elenco dei fattori che possono provocare un attacco di colecistite acuta può essere presentato come segue:

  • malattia cronica di calcoli biliari in un paziente;
  • ristagno della bile nella cavità;
  • processi infettivi che si verificano nei dotti della cistifellea;
  • malattie dello stomaco, i cui provocatori sono microrganismi patogeni;
  • violazione delle raccomandazioni prescritte dai pazienti, rifiuto di una dieta;
  • blocco dei vasi sanguigni, aterosclerosi;
  • stile di vita sedentario.

Il motivo principale per cui una persona sviluppa la colecistite è un aumento della pressione nelle vie biliari. Il problema può essere innescato da spasmo dello sfintere, calcoli biliari, stenosi o blocco dei dotti escretori. Nella stragrande maggioranza dei casi, la vera causa è un malfunzionamento del sistema digerente..

Diagnostica

Una serie di sintomi diagnostici aiuterà a valutare le condizioni del paziente:

  • quando si preme sul muscolo sternocleidomastoideo, il dolore è pronunciato;
  • alla palpazione dell'ipocondrio destro o dello spazio intercostale mentre si solleva la gamba, il dolore diventa più forte;
  • la sindrome del dolore aumenta se si tiene il palmo della mano lungo l'arco costale;
  • quando palpate il paziente, potete chiedere di respirare, trattiene involontariamente il respiro (questo criterio diagnostico è accurato, poiché una persona cerca di soffocare il dolore);
  • la sindrome del dolore con palpazione profonda cambia carattere, diventa acuta e intensa.

Questi sintomi sono caratteristici solo della colecistite. Tale diagnostica viene eseguita da medici di emergenza nella fase preospedaliera. Inoltre, per stabilire una diagnosi, l'anamnesi viene raccolta intervistando la vittima. Molto probabilmente, prima dell'attacco si è verificato un episodio di disturbi nel lavoro dell'apparato digerente. Confermare la diagnosi in un ospedale utilizzando un esame ecografico degli organi addominali. Sulla base dei risultati, viene determinato un metodo benefico per il trattamento dell'infiammazione della cistifellea..

Pronto soccorso a casa

La colecistite è una condizione pericolosa che richiede cure urgenti per il paziente. La prima cosa da fare è chiamare un medico e, prima dell'arrivo della squadra, aiutare la vittima ad alleviare il dolore. Questo può essere fatto come segue:

  • porre il paziente in posizione orizzontale;
  • applica qualcosa di freddo sulla zona dell'ipocondrio destro (assicurati di avvolgere il ghiaccio con un asciugamano);
  • puoi alleviare la condizione con antispastici (è consentito assumere il farmaco No-shpa o Spazmalgon);
  • offrire tè caldo o acqua naturale (se non vomita).

Se un paziente ha un vomito indomabile, ci si dovrebbe preoccupare di prevenire la disidratazione. Per questo, è possibile utilizzare acqua gassata con maggiore mineralizzazione o una soluzione elettrolitica. La vittima dovrebbe bere spesso, ma in piccole porzioni.

Se un attacco di colecistite in una vittima non si verifica per la prima volta, viene diagnosticata una malattia cronica. In questo caso, il disagio sorgerà periodicamente. Diventerà una risposta naturale a una violazione della dieta, all'uso di cibi affumicati, salati e fritti. La durata della fase acuta è di circa 1 ora. Fermare una condizione semplice è molto semplice, è sufficiente dare alla vittima un antispasmodico.

Dopo aver eliminato i sintomi acuti, il paziente deve consultare un gastroenterologo. Il corso del trattamento deve essere regolato introducendo farmaci che prevengono le ricadute nel regime adottato. È necessario sottoporsi a un esame per confermare o negare l'inizio del processo di pietra. Se le escrescenze bloccano il lume del condotto, vengono rimosse chirurgicamente. Con piccoli depositi, il trattamento è conservativo, la frantumazione è fornita con farmaci.

Trattamento

Per eliminare un attacco di infiammazione della cistifellea, se il trattamento farmacologico è inefficace, viene eseguita un'operazione. Un'indicazione diretta per l'intervento è il blocco dei dotti biliari o la peritonite progressiva. Nei casi avanzati, la cavità addominale viene lavata.

Il trattamento conservativo è efficace solo nella fase iniziale, quando non ci sono sintomi acuti. In questa fase, è consigliabile utilizzare antibiotici, antispastici e farmaci disintossicanti. Il trattamento spesso avviene in ambiente ospedaliero. Obiettivi di base:

  • soppressione dell'attività dei microrganismi patogeni;
  • eliminazione dei sintomi;
  • ripristino della pervietà dei dotti della colecisti.

L'efficienza si ottiene attraverso l'uso di compresse, dieta. In alcuni casi, l'uso di metodi di medicina tradizionale è giustificato.

Trattamento farmacologico

Per la colecistite vengono utilizzate forme iniettabili e compresse. Più spesso, vengono prescritti fondi di tali gruppi:

  1. Agenti antibatterici. Elimina i focolai attivi di infezione batterica e infiammazione locale. Spesso usati: Ampicillina, Amoxicillina, Ceftriaxone.
  2. Agenti antimicrobici sulfanilamide. Utilizzato per distruggere la microflora patogena nell'intestino in presenza di complicanze. Prescrivere: Sulfalene, Sulfadimezin.
  3. Agenti antifungini. Assicurano la distruzione delle colonie fungine. Usa la nistatina o il fluconazolo.
  4. Gli agenti coleretici vengono utilizzati per ripristinare il normale deflusso della secrezione biliare. Prescrivere ai pazienti Holosas e suoi analoghi.
  5. Gli antispastici sono usati negli attacchi acuti di colecistite per eliminare il dolore Più spesso usare No-shpa e un analogo economico Drotaverin, Papaverin, Duspatalin.
  6. Il complesso regime terapeutico include anche epatoprotettori che aumentano l'intensità della rigenerazione delle cellule epatiche. Prescrivi Karsil, Ursosan, Essentiale.
  7. Per normalizzare i processi di digestione, vengono utilizzati enzimi: Creonte, Mezim, Festal.

In alcuni casi, i farmaci antinfiammatori vengono introdotti nel complesso regime di trattamento. Hanno effetti analgesici, antinfiammatori e antipiretici, ma non possono alleviare il dolore nella colecistite..

Dieta

Per recuperare, devi seguire una dieta. Nei primi 1-3 giorni dopo un attacco di colecistite, i medici raccomandano vivamente il digiuno. Puoi bere acqua e tè alla menta debolmente preparato: l'erba è un sedativo a base di erbe e antidolorifico. È meglio bere l'acqua minerale calda, avendo rimosso il gas da essa.

Quando la condizione si stabilizza, la dieta viene ampliata. La dieta consiste nell'uso di tali piatti:

  • zuppa di purea, brodi di carne deboli;
  • porridge viscoso (bollito);
  • composta, gelatina e altre bevande naturali.

I pasti dovrebbero essere frazionari. È meglio mangiare spesso, ma in piccole porzioni, scegliendo il cibo frullato. Frutta e verdura crude vengono completamente rimosse dalla dieta, possono irritare l'esofago.

Rimedi popolari

Per il trattamento della colecistite a casa, si consiglia di utilizzare metodi tradizionali. I rimedi naturali aiutano ad alleviare in modo significativo le condizioni del paziente. L'elenco dei metodi popolari include:

  1. Infuso di stimmi di mais, preparato al ritmo di 1 cucchiaio per bicchiere di acqua bollente. Il rimedio viene insistito per 20 minuti e bevuto al mattino, a stomaco vuoto..
  2. Decotto di achillea. Preparato al ritmo di 2 cucchiai per 500 ml di acqua bollente. la miscela viene riscaldata in un bagno di vapore per 30 minuti, quindi filtrata. Bevi il brodo nella sua forma pura 2 volte al giorno, mattina e sera.
  3. Si consiglia una complessa raccolta di erbe coleretiche. Lo strumento viene utilizzato 3 volte al giorno. Comodo da acquistare in bustine di tè una tantum.
  4. Una miscela di erbe: erba di San Giovanni, motherwort, immortelle e menta piperita. I componenti vengono miscelati in proporzioni uguali e il tè viene preparato alla velocità di 1 cucchiaio della miscela per 250 ml di acqua bollente.

Il trattamento del processo infiammatorio è un processo a lungo termine che richiede un controllo medico costante. Non dovresti lasciare che la colecistite faccia il suo corso, è pericolosa con conseguenze. È consentito utilizzare i metodi della terapia non tradizionale previa consultazione con il medico curante.

Un attacco in una donna incinta

La colecistite è pericolosa per le donne durante la gravidanza in quanto è abbastanza difficile rimuovere il suo attacco a causa del divieto di assumere farmaci. La situazione di un attacco nel primo trimestre di gravidanza è considerata critica a causa dell'aumento dei segni di tossicosi. Una esacerbazione prolungata può influire negativamente sullo sviluppo del feto nell'utero. La sindrome, accompagnata da vomito prolungato, porta alla lisciviazione intensiva di minerali e sostanze nutritive essenziali dal corpo della donna.

Insieme alla cattiva salute e al dolore, progredisce l'ipovitaminosi, che è pericolosa non solo per il feto, ma anche per la donna. Il suo corpo smette di funzionare normalmente, c'è debolezza, perdita di forza. In questo contesto, aumenta la probabilità di malattie infettive..

È impossibile esitare quando si rilevano i sintomi di un attacco di colecistite in una donna incinta. È necessario cercare urgentemente un aiuto medico. Per cominciare, viene fornita l'anestesia, quindi viene elaborato un regime di trattamento farmacologico. In ospedale, i medici condurranno una diagnosi completa, escludendo la probabilità di infiammazione del pancreas. Se si riscontra un'infiammazione della cistifellea nel primo trimestre e c'è un rischio per la salute della madre, i medici possono suggerire di interromperla.

Sequestro di bambino

È possibile alleviare le condizioni del bambino e alleviare il sintomo di un attacco di colecistite acuta con l'aiuto di un antispasmodico. alla vittima dovrebbe essere somministrata una compressa No-shpa, assicurandosi che sia tollerata. In questo caso, deve essere posato in posizione orizzontale. Un impacco freddo può essere applicato al sito del dolore, ma il ghiaccio o il cibo congelato devono essere avvolti in un asciugamano spesso per evitare l'ipotermia.

Non è sufficiente fermare le crisi di tanto in tanto. È necessario fare una diagnosi completa ed eliminare la causa del problema. Se ignori la malattia, può diventare cronica..

È importante capire che la colecistite nell'infanzia si verifica raramente spontaneamente, più spesso ha una causa, che può consistere in una dieta scorretta o in una malattia esistente.

Complicazioni

Se trovi i primi segni di infiammazione della cistifellea, dovresti cercare aiuto da un medico, consultare un gastroenterologo o chiamare un'ambulanza. Le complicazioni possono manifestarsi già nel primo giorno dopo un attacco di colecistite. Il loro elenco include:

  • cancrena, empiema, peritonite;
  • ascesso subepatico, formazione di fistole biliari;
  • ittero ostruttivo;
  • forme complicate di colecistite;
  • pancreatite acuta, perforazione della cistifellea.

La più pericolosa è la peritonite. Si manifesta con il pallore della pelle, un aumento dell'addome e il suo dolore. Possibile aumento della temperatura corporea.

Prevenzione

Per prevenire lo sviluppo dell'infiammazione della cistifellea, è importante mangiare bene. Il menu dovrebbe essere equilibrato e i pasti dovrebbero essere regolari. I pazienti adulti devono controllare il proprio peso corporeo, rifiutare spuntini in ritardo e consumo di alcol. Il verificarsi di attacchi dolorosi spontanei dovrebbe diventare un motivo per la diagnosi, il loro sollievo periodico con antispastici non è un'opzione. I farmaci di questa classe non eliminano la malattia, ma la mascherano.

È altrettanto importante prestare attenzione al rispetto del regime di consumo di alcol. Un adulto dovrebbe bere almeno 2 litri di liquido al giorno. Vale anche la pena organizzare giorni di digiuno per il corpo al fine di ridurre il carico sugli organi interni e quindi ridurre i rischi di colecistite calcarea..

Un attacco di colecistite è una sindrome del dolore che si manifesta sullo sfondo di malattie dell'apparato digerente. Allo stesso tempo, le condizioni del paziente si deteriorano bruscamente, insieme a dolore, nausea e vomito. Un attacco di colecistite è particolarmente pericoloso per i bambini e le donne incinte, le loro conseguenze sono irreversibili.

Attacco di colecistite - sintomi, trattamento domiciliare: cosa fare, come alleviare il dolore?

La colecistite è una patologia infiammatoria della cistifellea. Di solito è associato alla formazione di calcoli in questo organo. Le pietre contribuiscono all'ostruzione dei condotti. Ciò può portare alla rottura delle pareti della cistifellea e allo sviluppo di un'infiammazione acuta della cavità addominale. Come si manifesta la malattia e perché insorge? In questo articolo, in dettaglio sulle cause di un attacco di colecistite, sintomi, trattamento a casa.

Varietà di patologia

Esistono diversi tipi di infiammazione nella cistifellea:

  1. Acuto. È caratterizzato da segni pronunciati. La malattia si sviluppa entro pochi giorni.
  2. Processo infiammatorio cronico. Procede lentamente, senza manifestazioni pronunciate. Spesso si verifica a causa della mancanza di una terapia adeguata per la patologia acuta.

Inoltre, ci sono questi tipi di malattie:

  1. Colecistite calcarea. Si sviluppa in presenza di pietre e pus nella cistifellea, ispessimento delle pareti.
  2. Catarrale. Si manifesta con una leggera compattazione dei tessuti degli organi. Non è accompagnato da una violazione del processo di scarico della bile o da un cambiamento nella sua composizione.
  3. Flegmonous. Si manifesta con un processo infiammatorio pronunciato, un accumulo di pus. Rappresenta una minaccia per la vita del paziente e richiede assistenza immediata.
  4. Gangrenoso. È accompagnato dalla morte dei tessuti. Porta alla rottura delle pareti dell'organo, allo sviluppo di infiammazione acuta nella cavità addominale.

Come eliminare un attacco acuto di colecistite, sintomi?

Il trattamento domiciliare a volte può aiutare ad alleviare i segni della malattia. Ma se il paziente è in gravi condizioni, ha bisogno di una terapia in ospedale e, possibilmente, di un intervento chirurgico..

Quali fattori contribuiscono allo sviluppo della patologia?

Le principali cause della colecistite possono essere elencate:

  1. Età avanzata.
  2. Predisposizione genetica.
  3. Dieta impropria (uso eccessivo di dolci, cibi fritti, affumicati, piccanti e salati). Sbarazzarsi dei sintomi e trattare un attacco di colecistite a casa comporta l'adesione a una dieta e l'esclusione di questi alimenti.
  4. Digiuno prolungato.
  5. Abuso di alcol, fumo.
  6. Ipodynamia.
  7. Violazione del processo di metabolismo dei lipidi.

Quali malattie portano allo sviluppo dell'infiammazione?

In alcuni casi, la colecistite si verifica in pazienti con le seguenti patologie:

  1. Duodenite.
  2. Diabete.
  3. Morbo di Crohn.
  4. Disturbi dell'intestino tenue.
  5. Ulcera gastrointestinale.
  6. Invasioni parassitarie (giardiasi).
  7. Infezioni intestinali.
  8. Celiachia.
  9. Concrezioni nella cistifellea.
  10. Patologie degli organi ENT (sinusite, polmonite, bronchi).
  11. Squilibrio della microflora nell'intestino.
  12. Infiammazione dell'appendice.
  13. Infezioni del sistema riproduttivo e urinario (cistite, pielonefrite, malattie delle ovaie, ghiandola prostatica).
  14. Reazioni allergiche.
  15. Malformazioni congenite della cistifellea.
  16. Squilibrio ormonale che si verifica prima dei giorni critici, durante il periodo di gravidanza.
  17. Obeso.

In presenza di una predisposizione, i disturbi alimentari spesso portano a sintomi di un attacco acuto di colecistite. Il trattamento domiciliare, prima di tutto, dovrebbe mirare ad eliminare il disagio ed escludere i fattori che contribuiscono al deterioramento della condizione. Eventuali errori nella dieta possono portare allo sviluppo di complicazioni pericolose..

Perché si verifica un attacco?

I pazienti che soffrono di questo disturbo spesso notano un netto deterioramento della loro salute dopo le vacanze e le feste. Ciò è dovuto ai seguenti fattori:

  1. Bere molte bevande alcoliche.
  2. Passione per cibi grassi, salati, affumicati e piccanti, acqua gassata, dolci, fast food.

  • Binge eating.
  • Guadagnare chili in eccesso a causa di una dieta scorretta.
  • Come risultato dell'influenza di questi fattori, la bile diventa troppo spessa, si verifica un processo infiammatorio nei tessuti dell'organo e si formano i calcoli. Il paziente sviluppa un attacco acuto di colecistite. I sintomi del trattamento domiciliare comportano l'uso di farmaci che aiutano a normalizzare il processo di deflusso biliare.

    Segni che indicano la presenza di patologia

    Come riconoscere una malattia? In caso di attacco di colecistite acuta, si verificano i seguenti sintomi:

    1. Disagio di natura tagliente o cingolata nella parte destra, che spesso si irradia alla spalla e alla scapola.
    2. Sensazione di nausea.
    3. Sapore amaro in bocca.
    4. Brividi.
    5. Sentirsi sopraffatto.
    6. Vomito misto a bile.
    7. Eruttazione frequente.
    8. Calore.
    9. Bocca asciutta.
    10. Palpitazioni.
    11. Aumento della produzione di gas.

    Per un attacco di colecistite acuta, è caratteristico un sintomo, che consiste in un aumento del dolore nella parte destra, sotto la costola, con la pressione.

    In alcuni pazienti, la pelle e il bianco degli occhi diventano gialli. L'urina diventa scura e le feci diventano chiare. Questi segni indicano una violazione del processo di deflusso della bile..

    Conseguenze della patologia

    Se si verificano sintomi di un attacco acuto di colecistite, il trattamento della malattia deve essere iniziato il prima possibile. Questo disturbo può portare a complicazioni pericolose che possono portare alla morte. Come le principali conseguenze della patologia, gli esperti elencano:

    1. Accumulo di pus, rottura delle pareti dell'organo, infiammazione acuta della cavità addominale.
    2. La comparsa di un ascesso.
    3. L'inizio delle fistole biliari.
    4. Infiammazione acuta del pancreas.
    5. Ittero meccanico.

    Un attacco di patologia si sviluppa rapidamente, procede pesantemente e continua per molto tempo. Non dovresti sperare che i sintomi della malattia scompaiano da soli. Devi chiamare un'ambulanza. Prima dell'arrivo degli operatori sanitari, devono essere prese misure per alleviare le condizioni del paziente.

    Metodi di primo soccorso

    Parlando delle caratteristiche di un attacco acuto di colecistite, sintomi e trattamento della patologia, va notato che al paziente è vietato assumere farmaci. Gli analgesici possono alleviare il disagio, tuttavia, possono impedire al medico di fare una diagnosi corretta e prescrivere una terapia adeguata. I metodi di primo soccorso devono essere rigorosamente limitati. Prima di tutto, dovresti aiutare il paziente a mettersi in una posizione comoda. È meglio se il paziente giace sul lato destro. Puoi dare a una persona una piccola quantità di acqua minerale naturale o acqua bollita o tè verde caldo. Per alleviare un po 'il disagio, si consiglia di posizionare una borsa del ghiaccio di cellophane sotto la costola.

    Quali metodi non possono essere utilizzati?

    In caso di attacco di colecistite, sintomi, il primo soccorso dovrebbe essere fornito con molta attenzione, per non prendere misure radicali. Al paziente non devono essere offerte bevande troppo calde o troppo fredde. È vietato fare impacchi caldi, mettere le piastre riscaldanti su un punto dolente.

    Non puoi fare una lavanda gastrica, clisteri, dare lassativi. Se è noto che il paziente soffre di infiammazione cronica della cistifellea e ha un'esacerbazione, è possibile effettuare un'iniezione intramuscolare di un farmaco che allevia gli spasmi e attendere che i sintomi della patologia si placino. Tuttavia, questo metodo è consentito solo in una situazione in cui la diagnosi è stata fatta da un medico e il medico ha raccomandato il medicinale. Anche se la condizione migliora, il paziente deve recarsi in una struttura medica.

    Modi per combattere la patologia

    Cosa fare se si verificano i sintomi di un attacco acuto di colecistite? Il trattamento domiciliare consiste, prima di tutto, nell'aderenza a una dieta, nel riposo a letto. Una corretta alimentazione aiuta ad evitare attacchi ricorrenti e complicazioni pericolose. Per i primi due giorni, devi astenersi dal mangiare. È consentito utilizzare acqua calda non gassata. Inoltre, puoi ridurre i sintomi con l'aiuto di decotti e infusi di piante medicinali. Nella medicina popolare vengono utilizzati stimmi di mais, immortelle, origano, calendula, camomilla..

    Tuttavia, prima di assumere tali farmaci, è necessario consultare uno specialista. I rimedi erboristici possono essere utilizzati solo in assenza di calcoli nella cistifellea.

    Diagnostica

    Per identificare la patologia, vengono eseguiti i seguenti esami:

    1. Analisi di materiale biologico (sangue, urina).
    2. Coprogramma.
    3. Studio delle feci per gli anticorpi contro i parassiti.
    4. Ultrasuoni degli organi addominali.
    5. raggi X.
    6. FGDS.
    7. Risonanza magnetica per immagini e tomografia computerizzata.
    8. Endo ultrasuoni.

    Medicinali

    La terapia per l'infiammazione della cistifellea consiste nell'uso di farmaci. Nei casi più gravi, viene eseguito un intervento chirurgico (rimozione dell'organo interessato).

    Quando si verifica un attacco di colecistite, come alleviare il disagio? Gli esperti raccomandano i seguenti gruppi di medicinali:

    1. Farmaci che eliminano lo spasmo.
    2. Ridurre l'infiammazione.
    3. Antibiotici.
    4. Medicinali che assicurano il normale funzionamento del tratto digerente.
    5. Enzimi.
    6. Farmaci che migliorano il deflusso della bile.
    7. Prodotti contenenti lattobacilli.

    In caso di attacco di colecistite, il trattamento deve essere prescritto da uno specialista.

    Regole di base della nutrizione per i pazienti

    La dieta è una parte importante della terapia..

    Un paziente con diagnosi di infiammazione della cistifellea può mangiare i seguenti alimenti:

    1. Primi piatti con latte o brodo vegetale.
    2. Carni magre, pesce e pollame, al forno o al vapore.
    3. Omelette di albume.
    4. Latticini a basso contenuto di grassi.
    5. Frutti e bacche non acidi.
    6. Verdure delicate.
    7. Pasta, cereali.
    8. Biscotti, cracker, cracker.
    9. Marmellata di frutti e bacche dolci.
    10. Verdi (prezzemolo, aneto).
    11. Cannella e vaniglia.
    12. Frutta secca, marmellate, dolci senza cacao e cioccolato.

    Ai pazienti è vietato utilizzare:

    1. Alimenti fritti, piccanti, salati, in salamoia, acidi e grassi.
    2. Salse (maionese, adjiku, ketchup, senape).
    3. Prodotti lattiero-caseari ad alto contenuto di lipidi.
    4. Funghi.
    5. Tuorli d'uovo.
    6. Fagioli, piselli.
    7. Caffè, cioccolato, cacao, soda.
    8. Prodotti contenenti alcol.
    9. Dolciumi, prodotti da forno.
    10. Verdure, erbe aromatiche, frutta e bacche dal gusto piccante e aspro.

    Come prevenire lo sviluppo di un attacco?

    Le misure preventive includono:

      Conformità con le raccomandazioni di uno specialista.

  • Alimentazione corretta, assunzione di farmaci prescritti dal medico.
  • Terapia tempestiva di patologie dell'apparato respiratorio, tratto gastrointestinale, invasioni parassitarie, reazioni allergiche.
  • Attività fisica moderata.
  • Rifiuto completo di prodotti contenenti alcol, fumo.
  • Speriamo che questo articolo ti aiuti a riconoscere il disturbo in tempo e a chiedere aiuto a uno specialista..

    Come alleviare un attacco di colecistite e sintomi di infiammazione acuta

    Spesso, per molto tempo, l'infiammazione della cistifellea (colecistite) procede in forma latente e si fa sentire solo durante un'esacerbazione. Un attacco di colecistite si manifesta con dolore, dispepsia, ittero, che in termini di gravità può essere da molto debole a grave con intossicazione generale.

    Inoltre, i sintomi sono spesso "camuffati" da malattie del cuore e di altri organi interni, il che fa sì che i pazienti valutino male la loro condizione e indicano la necessità di cure mediche urgenti..

    Caratteristiche della malattia

    L'infiammazione della cistifellea si sviluppa in gran parte della popolazione dei paesi sviluppati. Secondo le statistiche, ogni quinta donna e ogni quindicesimo uomo sopra i 20 anni soffre di colecistite, che di solito è accompagnata da disturbi funzionali (discinesia), colelitiasi.

    La causa dello sviluppo del processo infiammatorio è il danno alle cellule della mucosa dell'organo, che provoca:

    • l'aspetto delle pietre nella cistifellea, il loro movimento;
    • ristagno prolungato della bile;
    • fango biliare;
    • microrganismi patogeni che entrano nel lume della cistifellea dall'intestino o attraverso i vasi sanguigni.

    Esistono diverse forme di colecistite. La malattia può essere calcolata, se si sono formati calcoli nella cistifellea, e acuta, quando una persona non ha una malattia di calcoli biliari. L'infiammazione asettica è chiamata catarrale; quando il pus appare nella cavità della vescica, è flemmone. In assenza di un trattamento tempestivo, la forma purulenta viene sostituita da una forma cancrenosa, in cui il sito muore con un'ulteriore perforazione della parete dell'organo.

    La colecistite acuta e cronica si verifica lungo il decorso. L'ultimo molto tempo può essere asintomatico con attacchi periodici di inasprimento di colecistite. La malattia in forma acuta è una complicanza frequente della malattia dei calcoli biliari e nella maggior parte dei casi diventa un'indicazione per cure di emergenza. Di solito, la diagnosi è semplice, ma a volte l'attacco è accompagnato da sintomi atipici.

    Cause di esacerbazione della colecistite

    Il decorso acuto della colecistite cronica provoca:

    • assunzione di cibo spazzatura grasso, il più delle volte in grandi quantità;
    • violazione della dieta;
    • l'uso di bevande alcoliche, indipendentemente dalla loro forza;
    • attività fisica pesante;
    • grave shock da stress.
    In presenza di calcoli nella cistifellea, si verifica un'esacerbazione durante la migrazione delle pietre. Il movimento di formazioni solide porta a danni alla mucosa della cistifellea, che aumenta la produzione di enzimi infiammatori. Quando una pietra lascia la bile e un blocco del condotto, il deflusso della bile viene interrotto e si verifica un'infiammazione acuta.

    Il movimento dei calcoli biliari provoca:

    • corsa intensa, salti e altri allenamenti sportivi associati allo scuotimento del corpo;
    • forte agitazione durante la guida;
    • sollevamento pesi;
    • lavoro lungo in posizione inclinata;
    • assumere farmaci che migliorano la produzione e il flusso della bile;
    • pulizia della cistifellea con un tubo (sondaggio alla cieca).
    Oltre a una pietra, il blocco del lume del dotto biliare con conseguente ristagno della bile e infiammazione acuta può causare gonfiore del collo della cistifellea, il suo blocco da parassiti o un tumore..

    Esacerbazione dei disturbi funzionali dei dotti biliari di tipo ipermotore e ipomotorio, motilità ridotta delle pareti della cistifellea.

    Sintomi di colecistite

    Il quadro clinico dell'infiammazione dipende dalla forma e dal decorso della malattia. La colecistite cronica in remissione (fuori dall'attacco) è asintomatica. A volte i pazienti lamentano sensazioni dolorose nell'ipocondrio destro, nausea, amarezza in bocca con errori nella nutrizione.

    Una grave violazione della dieta in combinazione con l'eccesso di cibo porta a una fase acuta della malattia, che è accompagnata dalla comparsa dei seguenti sintomi:

    • dolori crampi nell'ipocondrio destro;
    • debolezza, stanchezza irragionevole;
    • attacchi di nausea, vomito con bile;
    • eruttazione con un sapore amaro;
    • disturbi del sonno;
    • aumento del lavoro delle ghiandole sudoripare;
    • aumento della temperatura corporea, brividi.

    Segni di esacerbazione

    Sindrome del dolore

    Con il blocco delle vie biliari, si sviluppa un attacco di colica biliare:

    • c'è un improvviso dolore acuto;
    • la natura della sindrome - taglio, lancinante, crampi, lacrimazione, in rari casi - opaca, pressante;
    • localizzazione - addome superiore e ipocondrio destro;
    • irradiazione alla parte bassa della schiena, scapola nella metà destra della schiena e avambraccio.
    Un sintomo caratteristico che accompagna un attacco di dolore nella colecistite è l'ittero, che si sviluppa dopo poche ore. La pelle assume un insolito colore limone, l'urina si scurisce fortemente e le feci diventano chiare, fino al biancore.

    Sindrome colecistocardica

    Uno dei segni atipici di un attacco di colecistite è il dolore cardiaco. I sintomi sono concentrati nella regione del cuore, spesso osservati quando i calcoli biliari si muovono lungo il dotto cistico. Il paziente lamenta dolore dietro lo sterno, nella regione del cuore, che sono accompagnati da grave mancanza d'aria, mancanza di respiro. Il ritmo cardiaco è disturbato, il polso diventa più veloce o meno frequente.

    L'esacerbazione della colecistite è "mascherata" da infarto miocardico o angina pectoris. La durata della sindrome del dolore raggiunge le 10 ore. Dopo diversi attacchi, il paziente diventa improvvisamente giallo, che è caratteristico dell'ittero ostruttivo. A volte il dolore cardiaco è l'unica manifestazione di un attacco di una forma acuta di colecistite, ma a differenza della vera angina pectoris, la sindrome del dolore durante l'infiammazione non viene fermata dalla nitroglicerina.

    Disturbi dispeptici

    La dispepsia è una compagna di tutte le malattie dell'apparato digerente, inclusa l'infiammazione della cistifellea. Il loro aspetto è provocato da vari disturbi concomitanti: ridotta funzionalità delle vie biliari, disfunzione dello sfintere di Oddi, atonia biliare, reflusso duodenogastrico.

    Un attacco di una forma acuta di colecistite è accompagnato da:

    • nausea, vomito, spesso con bile;
    • secchezza e amarezza in bocca;
    • sapore metallico in bocca al mattino;
    • gonfiore, flatulenza;
    • bruciore di stomaco persistente, eruttazione;
    • problemi intestinali (stitichezza o diarrea).
    Alcuni pazienti hanno difficoltà a deglutire il cibo, una sensazione di "cola" dietro lo sterno, soprattutto dopo aver mangiato. Quando compaiono tali segni, la colecistite acuta può essere scambiata per esofagite (infiammazione dell'esofago).

    Sintomi neurologici

    Un forte dolore in un processo infiammatorio acuto spesso completa i segni di un disturbo del sistema nervoso:

    • vertigini, aumento della salivazione;
    • tremore nel corpo, andatura traballante;
    • sensazione di mancanza di respiro, piedi e mani fredde;
    • disturbi del sonno, sudorazione;
    • vomito abbondante con bile;
    • "Emicrania epatica" - forte dolore alla testa sul lato destro.
    In rari casi, un attacco di colecistite "simula" il dolore reumatoide al ginocchio destro e all'articolazione della spalla.

    Intossicazione generale

    Come rimuovere un attacco di colecistite a casa: pronto soccorso

    Un attacco di dolore acuto con grave dispepsia su uno sfondo di alta temperatura richiede un'attenzione speciale. Non c'è bisogno di indovinare e provare a diagnosticare te stesso. La condizione può essere pericolosa per la vita, quindi è necessario chiamare immediatamente un'ambulanza.

    Prima dell'arrivo del medico a casa con un attacco di colecistite, puoi:

    • calmare il paziente e metterlo in posizione orizzontale;
    • sbottonare indumenti stretti;
    • fornire un afflusso di aria fresca (aprire una finestra);
    • con forte dolore, viene utilizzato un antispasmodico (No-Shpu, Drotaverin, Platifillin);
    • per attutire la nausea, puoi dare un paio di sorsi di tè alla menta;
    • bere acqua minerale calda senza gas dopo aver vomitato per ripristinare l'equilibrio idrico-elettrolitico.

    Se sospetti lo sviluppo di un attacco di colecistite acuta, non puoi nutrire il paziente, somministrare antidolorifici (analgesici), lassativi o fare un clistere. Vietati farmaci coleretici, riscaldamento del fegato e della cistifellea.

    È possibile eliminare i sintomi e alleviare il dolore durante un attacco di colecistite applicando un oggetto freddo all'area dell'ipocondrio destro: una sacca con palle di neve ipotermica, una piastra elettrica con ghiaccio o cibo dal congelatore. Il freddo deve essere prima avvolto in un panno sottile per evitare il congelamento. La durata dell'impacco freddo non deve superare i 10-15 minuti, dopodiché è necessario fare una breve pausa.

    Complicazioni di colecistite acuta

    Intossicazione del corpo con la bilirubina, che entra nel flusso sanguigno con un blocco totale del dotto biliare. La condizione si manifesta con la colorazione gialla della pelle e della sclera, l'oscuramento delle urine e l'alleggerimento delle feci.

    In assenza di assistenza tempestiva, la colecistite catarrale passa alla fase dell'infiammazione purulenta. La vescica si riempie di bile e pus, si verifica una necrosi della parete, seguita da perforazione (formazione di un foro passante). Di conseguenza, il contenuto della cistifellea entra nella cavità addominale e causa lo sviluppo di peritonite - infiammazione del peritoneo.

    Suppurazione delle pareti e dei tessuti della cistifellea, che si trovano intorno all'organo. Il processo purulento è accompagnato da un'alta temperatura corporea, un aumento significativo delle dimensioni dell'organo e un dolore lancinante.

    La condizione è caratterizzata dal riempimento dell'organo di pus. La condizione è complicata se l'essudato purulento appare con colecistite calcarea, quando ci sono calcoli nella cavità vescicale. La complicazione porta a grave intossicazione con forte dolore e tensione della parete addominale anteriore.

    Quando il pancreas è coinvolto nel processo patologico. La reazione infiammatoria è accompagnata da dolori penetranti alla cintura, vomito indomabile con bile.

    Diagnosi di esacerbazione

    Con il quadro clinico classico di un attacco di colecistite acuta, il chirurgo effettua una diagnosi preliminare al primo consulto. Nella maggior parte dei casi, l'esame viene eseguito in collaborazione con un gastroenterologo. La diagnostica inizia con l'ascolto dei reclami, la raccolta dell'anamnesi con il chiarimento delle malattie ereditarie e croniche, il momento della comparsa delle prime manifestazioni di infiammazione della cistifellea, il tipo di attività e lo stile di vita del paziente.

    Per chiarire la diagnosi, il medico avrà bisogno dei risultati:

    • intubazione duodenale frazionata: questa procedura aiuta a valutare le capacità funzionali della cistifellea e degli sfinteri, nonché a ottenere un campionamento della bile in diverse fasi della sua trasformazione per ulteriori ricerche;
    • screening ecografico della cistifellea: grazie alle proprietà uniche degli ultrasuoni, è possibile determinare con precisione le dimensioni di un organo, i cambiamenti nella sua struttura, lo spessore della parete, la presenza di pietre, anomalie dello sviluppo;
    • colecistocolangiografia: è necessario un metodo che utilizza i raggi X e un mezzo di contrasto per identificare il grado di pervietà dei dotti, la presenza di calcoli, la funzionalità delle vie biliari in dinamica;
    • analisi del sangue di laboratorio: consente di valutare la gravità del processo infiammatorio, i cambiamenti nei valori di bilirubina, enzimi epatici e altri indicatori.
    Per la diagnosi differenziale, potresti inoltre richiedere un elettrocardiogramma, la consultazione di specialisti ristretti: cardiologo, endocrinologo, neurologo e talvolta un ginecologo per le donne.

    In caso di risultati contrastanti degli esami, nominare:

    • epatobiliscintigrafia;
    • gastroscopia;
    • Risonanza magnetica o TC;
    • laparoscopia diagnostica.
    Prima di fare la diagnosi finale, il medico esclude appendicite, ulcera gastrica e duodenale perforata, pancreatite acuta, pielonefrite. La clinica di esacerbazione della colecistite può assomigliare a colica renale, polmonite del lato destro, un attacco di angina pectoris e infarto del miocardio. Un esame dettagliato aiuterà a tenere conto di tutte le sfumature, cosa capire, cosa fare con un attacco di colecistite, quale dei metodi di terapia applicare.

    Come alleviare un attacco di colecistite

    La colecistite è una condizione in cui la parete della cistifellea si irrita e si infiamma. Molto spesso, è il ristagno della bile che provoca un attacco di colecistite. Non ultimo ruolo in questo è giocato dalla malattia dei calcoli biliari e dall'aterosclerosi delle pareti della cistifellea. A rischio sono le persone che hanno subito infezioni intestinali e invasioni da elminti.

    • Cause di un attacco di colecistite
    • Sintomi di un attacco di colecistite
    • Complicazioni
    • Diagnostica
    • Come alleviare un attacco di colecistite
    • Cosa non fare durante un attacco?
    • Trattamento
    • Previsione
    • Conclusione

    Il consiglio dell'urologo: “Prima di tutto, vorrei dire che è impossibile usare medicine forti senza prescrizione medica. Aiuta molto bene per la prevenzione delle malattie. Leggi di più "

    I pazienti lamentano forti dolori nell'ipocondrio destro. Cosa porta alla comparsa di un attacco, come si manifesta ed è possibile combatterlo?

    Cause di un attacco di colecistite

    Evidenziamo i fattori provocatori più comuni:

    • un processo infettivo con localizzazione nei dotti biliari;
    • colelitiasi;
    • congestione nella cistifellea;
    • malattie dello stomaco, in particolare, gastrite con bassa acidità. La patologia provoca l'attivazione della microflora patogena;
    • nutrizione impropria. Ciò include il consumo di cibi grassi e fritti, nonché pasti irregolari;
    • ipodynamia;
    • blocco dei vasi sanguigni.

    Evidenziamo alcuni dei fattori eziologici comuni. Innanzitutto, parliamo di ipertensione nelle vie biliari. Le ragioni dell'aumento della pressione in quest'area possono essere i seguenti fattori: restringimento del dotto biliare, presenza di calcoli, spasmo dello sfintere.

    Come mostrano le statistiche, in nove casi di colecistite acuta su dieci, la causa della condizione patologica era un'esacerbazione dei disturbi del tratto gastrointestinale..

    Se parliamo di calcoli biliari, una lunga permanenza dei calcoli porta a lesioni alla mucosa e alla ridotta motilità dell'organo. Pietre di grandi dimensioni possono bloccare il lume del dotto biliare, provocando lo sviluppo del processo infiammatorio.

    Secondo le statistiche, il gentil sesso è più spesso colpito e questo è spiegato dai seguenti motivi:

    • compressione della cistifellea da parte dell'utero in crescita durante la gravidanza;
    • caratteristiche dello sfondo ormonale. Quindi, il progesterone influisce negativamente sullo stato dell'organo;
    • passione per diete radicali che portano ad un deterioramento della funzione contrattile della colecisti.

    Sintomi di un attacco di colecistite

    Un attacco di colecistite inizia con un forte dolore nell'ipocondrio sul lato destro. Il disagio sorge bruscamente e inaspettatamente, sullo sfondo del benessere generale. A volte l'attacco scompare da solo, ma molto spesso deve essere fermato con analgesici.

    La sindrome del dolore si sviluppa come una colica biliare, vale a dire:

    • dolore acuto o sordo a destra, che può irradiarsi al braccio destro, al collo e al torace;
    • grave debolezza;
    • i pazienti non riescono a trovare un posto o una posizione per se stessi che allevierebbe il dolore anche un po ';
    • ipotensione arteriosa;
    • aumento della temperatura;
    • nausea e persino vomito, che non porta sollievo;
    • amarezza in bocca;
    • tachicardia;
    • la pelle e la sclera diventano gialle;
    • gonfiore, tensione della parete addominale.

    Evidenziamo i sintomi specifici di un attacco di colecistite acuta:

    1. Sintomo di Grekov-Ortner. Il paziente avverte dolore quando il medico passa il bordo del palmo lungo l'arco costale;
    2. Il sintomo di Kera. Il medico chiede al paziente di prendere fiato e in questo momento esegue una palpazione profonda. C'è un forte aumento del dolore;
    3. Il sintomo di Obraztsov. Lo specialista esegue la palpazione nell'ipocondrio destro e chiede al paziente di sollevare la gamba destra. C'è un aumento della sindrome del dolore;
    4. Il sintomo di Murphy. Il tentativo di inspirare durante la palpazione provoca il trattenimento involontario del respiro;
    5. Il sintomo di Mussi - Georgievsky. Il dolore si verifica quando si preme sul muscolo sternocleidomastoideo.

    Complicazioni

    Se si sospetta una colecistite acuta, chiamare un medico il prima possibile. La malattia minaccia l'emergere di gravi complicazioni che possono svilupparsi il primo giorno dopo l'inizio della malattia:

    • cancrena;
    • empiema;
    • peritonite;
    • ascesso subepatico;
    • fistola biliare;
    • ittero ostruttivo;
    • colecistite distruttiva e perforata;
    • pancreatite acuta.

    Separatamente, vorrei evidenziare la peritonite - infiammazione del peritoneo. I pazienti avvertono dolore all'addome, che aumenta con la pressione, così come il successivo strappo acuto delle dita dalla parete anteriore del peritoneo. La complicazione si manifesta sotto forma di vomito con detriti alimentari, quindi il vomito diventa verdastro..

    Urologo: se vuoi sbarazzarti della cistite in modo che non ritorni, devi solo dissolverla Leggi di più »

    Con la peritonite, le condizioni generali del paziente peggiorano:

    • pelle pallida;
    • la superficie della lingua diventa bianca;
    • ingrossamento dell'addome;
    • ipertermia.

    Diagnostica

    L'esame del paziente inizia con l'assunzione di un'anamnesi. In genere, i pazienti notano precedenti disturbi dispeptici e malattie dell'apparato digerente. La palpazione rivela dolore nell'ipocondrio destro e nel luogo della proiezione della cistifellea.

    La nausea e il disagio aumentano con la pressione. Il medico può prestare attenzione alla lingua rivestita. Per confermare la diagnosi, ai pazienti viene assegnato un esame ecografico degli organi addominali.

    Come alleviare un attacco di colecistite

    Un attacco di colecistite richiede cure di emergenza. Diamo un'occhiata ai passaggi passo passo per aiutarti ad alleviare un attacco a casa:

    1. La prima cosa che dovresti fare è chiamare un'ambulanza..
    2. Adagiare il paziente in posizione orizzontale.
    3. Applicare ghiaccio sull'addome.
    4. Gli antispastici aiuteranno ad alleviare il dolore.
    5. Il tè alla menta o l'acqua minerale naturale possono aiutare a eliminare la nausea..
    6. Bevi acqua minerale se vomiti..

    Cosa non fare durante un attacco?

    Non vale la pena usare analgesici o analgesici narcotici per eliminare il dolore. Quindi, sporcherai solo il quadro clinico e sarà difficile per il medico diagnosticare correttamente. Inoltre, durante un attacco è vietato quanto segue:

    • consumo di alcool;
    • assunzione di farmaci non raccomandati dal medico;
    • usando una piastra elettrica sull'addome;
    • clistere.

    Trattamento

    Di norma, un attacco di colecistite viene trattato in un ambiente ospedaliero in un reparto chirurgico. La terapia conservativa include l'uso di agenti antispastici, disintossicanti e antibatterici. Dopo che il processo acuto si è placato, i pazienti possono essere sottoposti a rimozione della cistifellea in modo pianificato.

    COSA DICE IL DOTTORE?

    Dottore in Medicina, Dottore Onorato della Federazione Russa e Membro Onorario dell'Accademia delle Scienze Russa, Anton Vasiliev:

    “Curo da molti anni malattie del sistema genito-urinario. Secondo le statistiche del Ministero della Salute, la cistite diventa cronica nel 60% dei casi..

    L'errore principale è procrastinare! Prima inizi a trattare la cistite, meglio è. Esiste un rimedio consigliato per l'autotrattamento e la prevenzione della cistite a casa, poiché molti pazienti non cercano aiuto per mancanza di tempo o vergogna. Questo è Ureferon. È il più versatile. Non ha componenti sintetiche, il suo effetto è lieve, ma evidente dopo il primo giorno di somministrazione. Allevia l'infiammazione, rafforza le pareti della vescica, la sua mucosa, ripristina l'immunità generale. Si adatta sia alle donne che agli uomini. Per gli uomini, ci sarà anche un piacevole bonus: maggiore potenza. "

    Il trattamento non chirurgico si pone i seguenti compiti:

    • soppressione della microflora patogena. A tale scopo vengono prescritti antibiotici;
    • alleviare i sintomi. Per fare ciò, è necessario aumentare l'intensità del deflusso della bile. Questo aiuta l'intubazione duodenale, i farmaci coleretici e la dieta.

    La chirurgia è indicata se l'attacco persiste. Inoltre, quando si verifica la peritonite, è necessario un intervento chirurgico di emergenza. Nei casi avanzati, la cavità addominale viene lavata.

    Per quanto riguarda le misure preventive, la maggior parte di esse includerà aggiustamenti nutrizionali. Fritti, affumicati, grassi, ecc. Dovrebbero essere esclusi dalla dieta. È inaccettabile consumare grandi quantità di bevande alcoliche. Tali pazienti dovrebbero condurre uno stile di vita attivo e curare tempestivamente le malattie dell'apparato digerente..

    Non dovresti fare lunghe pause tra i pasti e non mangiare troppo la sera. È importante monitorare la quantità di liquidi che consumi..

    Previsione

    Le forme lievi della malattia di solito procedono senza complicazioni e vengono trattate con successo nel più breve tempo possibile. In assenza di un trattamento adeguato, la malattia può facilmente trasformarsi in una forma cronica, di cui sarà molto più difficile sbarazzarsi. Secondo le statistiche, le forme complicate di colecistite nel cinquanta per cento dei casi sono fatali..

    Conclusione

    La malattia sconvolge le condizioni generali e può portare a complicazioni che rappresentano una minaccia per la vita del paziente. Non auto-medicare, consultare un medico e sii sano!

    Un attacco di colecistite è una condizione patologica accompagnata da una grave sindrome del dolore. I sintomi della malattia possono essere simili alle manifestazioni di altri processi, pertanto, in nessun caso dovresti impegnarti nell'autodiagnosi.

    Articoli Su Colecistite